domenica 31 gennaio 2016

AFFERMAZIONI 22 ESEMPI

Le affermazioni sono parole o frasi che si ripetono più e più volte per affermare un pensiero specifico.


Questo è il modo in ci formiamo programmazioni negative e positive attraverso la vostra vita, ripetendo mentalmente, più e più volte alcune cose su di noi.
Dopo un certo numero di ripetizioni i pensieri diventano credenze e quindi pensiamo che questa convinzione acquisita sia la realtà.


In questo modo spesso formiamo le paure per la povertà, le malattie, definiamo la qualità dei nostri rapporti nelle relazioni. Le emozioni che andiamo a connettere con queste convinzioni possono definire la nostra zona di comfort...


Tuttavia, nello stesso modo in cui abbiamo creato queste credenze, possiamo cambiarle.

Quando subentra la paura, lo stress o le ansie possiamo usare una specifica affermazione per “zittire” la mente e redirigere il focus.

Tuttavia, e’ importare sapere che per far si che le affermazioni positive funzionino devi tenere in considerazione 3 punti:
devi usare frasi e parole che descrivono le cose positivamente (evita negazioni come “non voglio” oppure riferimenti a cose negative come “voglio smettere di soffrire”)
devi pronunciarle come se fossero già avvenute (esempio negativo “Voglio smettere di soffrire, voglio avere “tot” cose” esempio positivo “Sono grato/a per le cose che ho e avro’. La felicita si espande dentro di me” )
devi sperimentarle livello emotivo immaginandoti che sono già avvenute

Quindi nel momento in cui pronunci l’affermazione, immaginati nello scenario in cui la tua affermazione si realizza.

Visualizza, senti, ascolta e assaggia la tua affermazione come se fosse vera. Ricorda, il processo e’ molto semplice: i pensieri creano immagini → le immagini creano emozioni.

Scegli i tuoi pensieri per scegliere le tue emozioni.

Potresti dire “Io sono realista e pratico.. non credo a queste cavolate”. Ottimo, sii sincero con te stesso e dimmi, che cosa fai quando sei arrabbiato o triste?


Continui a ripetere all’infinito nella tua testa dei pensieri, continui a pensare a quella persona o a quella cosa che e’ accaduta. Ancora e ancora e ancora. Giusto?

Quindi quei pensieri creano nella tua testa delle tue immagini che ti fanno sperimentare delle emozioni. Vedi? E’ uno strumento MOLTO pratico e realista.

Certamente, pensare negativo ti viene automatico invece ripetere 100 volte ad esempio “L’abbondanza mi circonda” sembra stupido.


Eppure renditi conto che se non lo farai ripeterai in automatico 1000 volte “Io sono povero e disperato”, “Mi va sempre male”, “Non ne faccio una giusta”, “Il mondo e’ uno schifo” ecc.

Ogni giorno girano nella nostra testa circa 16.000 pensieri al giorno di cui si stima che per la maggior parte delle persone, tra i 10 000 e 13 000 sono negativi.

Sapendo queste informazioni e grazie a questo strumento sarai in grado di diventare consapevole quando i pensieri negativi prendono il sopravento e sostituirli con affermazioni positive riprendendo cosi in mano la tua vita, la tua serenità e la tua felicita’.

Qui sotto ci sono 22 affermazioni dalle quali puoi prendere spunto per creare le tue:


1. Sono l’artefice della mia vita, io costruisco la sua fondazione e scelgo il contenuto.

2. Oggi trabocco di gioia e energia.

3. Il mio corpo è sano, la mia mente è brillante, la mia anima è tranquilla.

4. Mi sono stati dati talenti infiniti da oggi comincio a utilizzarli.

5. Io perdono coloro che mi hanno fatto del male in passato e pacificamente mi distacco da loro.

6. Un fiume di compassione lava via la mia rabbia e la sostituisce con l’amore.

7. Sono guidato ad ogni passo dal mio Spirito che mi porta verso quello che devo sapere e fare.

8. (Se sei sposato/a) Il mio matrimonio sta diventando sempre più forte, più profondo e stabile ogni giorno.

9. Possiedo le qualità necessarie per godere di grandi successi.

10. L’energia creativa mi attraversa e mi porta idee nuove e brillanti.

11. La felicità è una scelta. Io scelgo di essere felice.

12. La mia capacità di conquistare le sfide è illimitata, il mio potenziale è infinito.

13. Oggi abbandono le mie vecchie abitudini e ne creo di nuove, più positive.

14. Sto benedetto con una famiglia incredibile e amici meravigliosi.

15. Riconosco la mia autostima, la mia fiducia è in crescita.

16. Tutto ciò che sta accadendo ora accade per il mio bene ultimo.

17. I miei sforzi sono sostenuti dall’universo, i miei sogni si trasformano in realtà davanti ai miei occhi.

18. (Per single) Il partner perfetto per me è venuto nella mia vita prima di quanto mi aspettavo.

19. Irradio bellezza, fascino e grazia.

20. Mi sveglio oggi con forza nel mio cuore e chiarezza nella mia mente.

21. Sono in pace con tutto quello che è accaduto, sta accadendo e accadrà.

22. La mia natura è divina , io sono un essere spirituale.



http://linfavitale.com/benessere/il-potere-schiacciante-delle-affermazioni-22-esempi/

Gli eventi, le circostanze e le condizioni esterne non sono altro che una specie di feedback vivente. Modificando lo stato della psiche, si modificano automaticamente le circostanze materiali. I vostri pensieri, le vostre emozioni, le vostre immagini mentali si possono definire eventi incipienti, poiché in un modo o nell’altro ognuno di essi si materializza nella realtà fisica.

I vostri sentimenti hanno una realtà elettromagnetica che si propaga verso l’esterno, influenzando l’atmosfera stessa. Queste realtà elettromagnetiche si aggregano secondo lalegge dell’attrazione (il simile attira il simile) e per affinità vibrazionale, costruendo aree di fenomeni e circostanze che infine si trasfondono o nella “materia” sotto forma di oggetti o nel “tempo” sotto forma di eventi.


Siete proprio voi che create la vostra esperienza attraverso le vostre convinzioni su voi stessi e sulla natura della realtà.

Un altro modo per capirlo è rendervi conto che create le vostre esperienze attraverso le vostre convinzioni e le vostre aspettative. Ogni persona sperimenta una realtà unica, diversa da quella di qualsiasi altro individuo. Questa realtà sorge dal paesaggio interiore di pensieri, sentimenti, emozioni e convinzioni. Le vostre convinzioni possono essere palizzate, barriere, recinti eretti intorno a voi. Per prima cosa dovete vederle, oppure non vi renderete nemmeno conto di non essere liberi, semplicemente perché non vedrete oltre le palizzate. Esse rappresenteranno i confini delle vostre esperienze.

tratto da Dialoghi con Seth

Dialoghi con Seth
Messaggi da un'altra dimensione
Voto medio su 4 recensioni: Da non perdere
€ 17.5

venerdì 22 gennaio 2016

NEUROPLASTICA

Neuroplastica è una nuova rivoluzionaria tecnologia che permette di ampliare notevolmente la banda dei ritmi cerebrali. I ritmi cerebrali di una persona che ha fatto un corso di neuroplastica superano diverse volte quelle di una persona media. 

Gli effetti positivi del programma, quali: il miglioramento delle capacità cognitive, nuove connessioni neuronali, la caduta degli stereotipi, i pensieri originali – si vedranno già dopo alcune settimane.
Bisogna dire che ogni persona potrà avvertire degli effetti diversi, propri, i risultati sono molto individuali. Come non esistono sulla Terra due persone uguali, non ci saranno due risultati identici: ci sarà colui si libererà dalle cattive abitudini, colui che vincerà nella lotta contro un male cronico, e colui che raggiungerà delle vette nell'arte e nello sport.

Il principio d'azione.
Il programma consiste di tre meditazioni. La prima (Accelerazione) aumenta la frequenza dei ritmi cerebrali da 8 a 44 Hz, da alfa a gamma. La seconda (Stabilizzazione) aiuta il cervello a sostenere la banda dei ritmi più ampia. La terza (Rallentamento) rallenta la frequenza dei ritmi da 44 a 8 Hz, da gamma ad alfa ritmi.

Queste tre meditazioni rappresentano una “palestra” per il vostro cervello, insegnandolo gradualmente ad usare una banda di frequenze più ampia per risolvere diversi problemi della vita.

Una persona che ha fatto questo corso risulterà superiore a molte altre persone che non allenano il cervello e vivono di stereotipi che permettono di non pensare e di usare degli schemi prestabiliti. Già dopo alcune settimane capirete quello che voglio dirvi.

https://it.advanced-mind-institute.org/negozio/studi-e-aumento-del-iq/neuroplastica.html

Meditazioni sulla vita e sulla morte

La sera, prima di andare a dormire, fai questa meditazione di quindici minuti. È una meditazione sulla morte. Sdraiati e rilassa il corpo. Sentiti come se stessi morendo e non riesci più a muovere il corpo perché sei morto. Crea la sensazione che tu te ne stia andando dal corpo.


Continua per dieci, quindici minuti, e nel giro di una settimana riuscirai a sentirlo davvero. E addormentati mentre stai meditando. Non creare interruzioni. Lascia che la meditazione si trasformi in sonno, e non appena il sonno si impadronisce di te, dormi pure.


Al mattino, non appena ti senti sveglio — non aprire gli occhi — fai la meditazione sulla vita. Immagina che ti stai riempiendo di vita, la vita sta ritornando e tutto il corpo trabocca di vitalità e di energia.

Comincia a muoverti, a dondolare nel letto ad occhi chiusi. Senti che la vita fluisce dentro di te. Senti che il corpo ha un incredibile flusso di energia: esattamente l'opposto della meditazione sulla morte. Dunque, fai la meditazione sulla morte la sera, prima di addormentarti e la meditazione sulla vita proprio prima di alzarti.

Durante la meditazione sulla vita puoi fare respiri profondi. Sentiti pieno di energia... la vita che entra in te col respiro. Sentiti ricolmo e molto felice, vivo. E dopo quindici minuti, alzati.

Osho

Fonte


giovedì 21 gennaio 2016

L’approccio “voglio fare i soldi!!”


Molti salteranno dalla sedia protestando, “voglio fare soldi, non mi interessa la psicologia o l’approccio mentale”.

Ecco questo è un punto sul quale è necessario soffermarci un momento, e se sei tra quelli che pensano che la psicologia non serva, ti prego di dedicare solo altri 10 min. Non so se cambierai idea, ma voglio spiegarti cos’è il trading realmente.

Vediamo il discorso dei bisogni personali. Dire “ho bisogno di soldi” non ti farà guadagnare, anzi spesso con questo approccio si causano danni ingenti. Credimi se ti dico che attraverso il blog ho parlato con persone al limite del suicidio. Persone che per il bisogno immediato di guadagnare, hanno poi perso anche quello che avevano, e in alcuni casi parliamo anche di cifre importanti. Cifre a 6 zeri.

Il focus di un Trader Imprenditore è fare bene trading, studiare tutti i dettagli per migliorare. Non semplicemente “fare soldi”, sopratutto senza avere la voglia di studiare e fare trading ogni giorno.

Preciso questo perchè mi è capitato di incrociare sul mio cammino persone piene di ansia per le loro necessità (che rispetto), con la fretta di fare trading per fare un pò di soldi. E ho imparato che con questo tipo di persone difficilmente è possibile costruire qualcosa di concreto. Inoltre sono i soggetti che il mercato punisce, spesso in modo violento. Il mercato premia i più capaci, non i più bisognosi.

Svolgo periodicamente dei sondaggi e scopro che le persone che perdono più soldi, spesso sono le stesse che dichiarano di non avete tempo per studiare e di non avere alcuna intenzione di approfondire lo studio del trading. Spesso queste persone sono sempre alla ricerca di “strategie”.

Questo è l’approccio per diffondere miseria e povertà.


http://stefanomastria.com

mercoledì 20 gennaio 2016

Le tre regole di lavoro di Albert Einstein:

In ogni tipo di attivita', in ogni tipo di lavoro, metti in atto le tre regole di Einstein: sono la base per la realizzazione dei tuoi obiettivi

(1) Nella confusione trovare la semplicità.

(2) Nella dissonanza trovare l’armonia.

(3) Nelle difficoltà trovare le opportunità.






sabato 16 gennaio 2016

LO STATO DI FLUSSO


Albert Einstein poteva permanere in uno stato di flusso fino a 4 giorni di fila.
Uno stato di flusso sorge spesso al limite delle capacità umane, e spesso le trascende. Ecco perché è stato deciso di chiamare il programma sviluppato dall'Istituto dello sviluppo di coscienza "Superpotenziale"- il programma vi aiuterà a varcare il confine delle vostre capacità.


Il programma "Superpotenziale" rappresenta un meccanismo neuro-acustico che stimola lo stato di flusso (flow) della coscienza umana. Che cosa significa lo stato di flusso?
E' uno stato psichico quando una persona è completamente immersa in un'attività, è completamente concentrata sull'attività e sul successo da raggiungere nel farla. Ciascuno di noi lo conosce: ci si immerge in un lavoro, in un arte, si mira al raggiungimento di certi risultati.

In questo stato il tempo sparisce, la persona stessa si scioglie nella sua attività traendone il massimo piacere. In questi momenti le cose si fanno da sole, i problemi si risolvono in pochi minuti, ogni azione è efficace, il tempo si contrae e tutto si fa senza uno sforzo alcuno. Ecco perché è uno stato di "flusso": la persona come se fosse portata da una piena. Questo è uno stato molto produttivo e molto felice, tra i più felici che possa sperimentare un essere umano.

I pensieri scorrono leggeri, senza imporsi, sono colorati di emozioni positive. Per molte religioni antiche, come il buddhismo e il taoismo, il raggiungimento di questo stato è considerato, da millenni, una pietra miliare della perfezione spirituale. L'entrata nello stato di flusso si osserva spesso negli sportivi professionisti nel corso degli allenamenti e gare. Molte personalità creative sapevano entrare in questo stato; come Johann Strauss che scriveva le nuove melodie anche sui polsini, o Van Gogh (e non solo lui), mentre raggiungeva uno stato d'illuminazione creativa.


Advanced Mind Institute Italia
vedi link
http://faregruppo.blogspot.it/2015/10/superpotenziale.html

martedì 12 gennaio 2016

HOME RESTAURANT E SOCIAL EATING, COME FUNZIONA GNAMMO

Vi appassiona l’argomento home restaurant? Se ancora non sapete cos’è, vi dico in breve che significa trasformare la vostra casa in un ristorante. Una pratica che piace tanto a chi ama cucinare. Ho curiosato ed ho scoperto tante community che promuovono il social eat:TavoleRomane nella capitale, Home Food a Bologna, New Gusto in Abruzzo per citarne alcuni.
Gnammo, nato tra Torino e Bari nel 2012, è uno dei portali più affermati nell’home restaurant ed è per questo che ho deciso di parlare direttamente con uno dei tre fondatori,Cristiano Rigon.

fondatori_gnammo

Gnammo è semplicemente la versione moderna del social network più vecchio del mondo, la tavola. Insomma, il social eating. Così hanno pensato Cristiano Rigon,Gianluca Ranno e Walter Dabbicco, quando hanno deciso di unire le forze per mettere in contatto e far incontrare in ambienti informali gli amanti della buona tavola e quelli che amano cucinare e condividere. L’idea è nata dalla solita battuta “ma come cucini bene, perché non apri un ristorante?”
I tre ragazzi hanno messo in piedi un’intera piattaforma, Gnammo, che attualmente unisce più di 54.000 utenti in 287 città con 829 eventi in attivo.
“Si tratta di un portale che permette di organizzare o partecipare a un evento culinario, che può tenersi in luoghi affascinanti come parchi, atelier d’artista o case private in zone di pregio delle diverse città”, aggiunge Cristiano.
Il funzionamento è molto facile: basta iscriversi gratuitamente al sito od accedervi attraverso i social network e decidere il ruolo: Cuoco o Gnammer (che sono, ovviamente, interscambiabili).
Il Cuoco crea l’evento, fissa il menù, il prezzo (varia da 5 a 35 euro), il numero di partecipanti (da 4 a 12 in media) e le foto della location.
Lo Gnammer sceglie l’evento a cui partecipare ( che può essere pranzo, cena, merenda, brunch, degustazione, picnic ecc) e manda la richiesta.
Una volta che il Cuoco accetta, lo Gnammer effettua il pagamento attraverso PayPal e riceve l’indirizzo dell’evento. In seguito ognuno lascia il feedback sul sito (vengono presi in considerazione tutti gli aspetti: qualità del cibo, accoglienza, location, pulizia dell’ambiente, ma anche il comportamento degli ospiti ecc).
Semplice, no?
Ero curiosa di vedere come funziona Gnammo con i miei occhi, e sono andata a casa di una nota foodblogger, Alessia Bianchi, autrice di Dolcezze di Nonna Papera, che ha deciso di entrare nella community degli gnammers e di proporre una colazione  (a 20 € a persona) a casa sua sul lago di Como.
Ovvio, non il solito “cappuccino&cornetto”, ma una colazione domenicale di tutto rispetto: torte dolci e salate, biscotti artigianali, yogurt, cioccolato, tè, caffè, succhi di frutta. L’ambiente caldo e conviviale che mette a proprio agio persone che non si conoscono tra loro ha fatto si che la colazione durasse fino al tardo pomeriggio!
Direi che l’esperimento ha funzionato: oltre essermi divertita, oltre aver mangiato una bella selezione di manicaretti casalinghi, ho stretto un paio di amicizie interessanti e ho deciso che da oggi troverete anche me su Gnammo.
Verrete alla prossima cena a casa mia per dire la vostra sulla cucina e sull’home restaurant?


GNAMMO, COS'È? 
Gnammo è la prima piattaforma tutta italiana dedicata al #SocialEating! 
Gnammo offre a tutti la possibilità di organizzare pranzi, cene ed eventi a casa propria o in qualsiasi location privata. 
Sarà così possibile mettere alla prova la propria bravura ai fornelli e conoscere nuovi amici attorno alla tavola di casa. 
Siamo tutti Gnammers: non serve essere cuochi provetti, basta tanta voglia di mettersi in gioco e di conoscere persone nuove, sia come Ospite (lo gnammer che mangia) che come Cuoco (lo gnammer ai fornelli). 


ISCRIZIONE E PARTECIPAZIONE 
Essere parte della community di Gnammo è semplicissimo ed assolutamente gratuito! 
Puoi registrarti utilizzando il tasto in alto a destra ACCEDI oppure clicca qui: tutti, appena iscritti, sono Gnammers che hanno fame di buona cucina e nuovi amici. Appena organizzerai il tuo primo evento, il sistema ti riconoscerà automaticamente come Cook di Gnammo! 


COME SI CREA UN EVENTO? 
Per creare il tuo evento ti basterà cliccare sul tasto "PUBBLICA" e compilare tutti i campi richiesti. Ricordati di inserire una bella descrizione per ingolosire gli gnammers, i tuoi dati e quelli della location. Questi non saranno pubblici e verranno comunicati solo agli gnammers prenotati e accettati da te. 
Dopo aver completato il form di creazione evento, richiedine la pubblicazione cliccando sull'apposito tasto. 
Ogni evento di cui viene richiesta la pubblicazione viene controllato dal team di Gnammo che verificano eventuali errori nella fase di creazione. In base al numero di eventi ricevuti può variare il tempo entro il quale l'evento sarà visibile alla Community. 
Dal momento della pubblicazione trascorreranno al massimo 24 ore per trovare il proprio evento tra quelli proposti. Al momento della pubblicazione il cook riceverà una mail di notifica. 


QUALI REQUISITI SERVONO PER ESSERE UN COOK? 
Gnammo, lo ripetiamo sempre, è fatto di persone prima ancora che di piatti serviti! 
Ogni evento organizzato su Gnammo non richiede che tu sia un professionista, ne che abbia particolari abilità o abilitazioni. 
Qui si da spazio a tutti quelli che hanno voglia di mettersi in gioco, ciascuno con le proprie abilità e la propria esperienza. 


COME SI PARTECIPA AD UN EVENTO? 
Scegli l'evento che più ti ingolosisce tra quelli in programma, seleziona il numero di posti disponibili e clicca sul tasto "PRENOTA". 
Nella finestra successiva apparirà un riepilogo della tua prenotazione, dopo aver cliccato su "ACQUISTA" inserisci i dati del tuo account Paypal o di una qualunque carta di credito (anche prepagata), selezionando la voce "non ho un conto Paypal". 
Attendi la mail di conferma della tua partecipazione da parte del cuoco con l'indirizzo della location e... Buon appetito!GNAMMO, COS'È? 
Gnammo è la prima piattaforma tutta italiana dedicata al #SocialEating! 
Gnammo offre a tutti la possibilità di organizzare pranzi, cene ed eventi a casa propria o in qualsiasi location privata. 
Sarà così possibile mettere alla prova la propria bravura ai fornelli e conoscere nuovi amici attorno alla tavola di casa. 
Siamo tutti Gnammers: non serve essere cuochi provetti, basta tanta voglia di mettersi in gioco e di conoscere persone nuove, sia come Ospite (lo gnammer che mangia) che come Cuoco (lo gnammer ai fornelli). 


ISCRIZIONE E PARTECIPAZIONE 
Essere parte della community di Gnammo è semplicissimo ed assolutamente gratuito! 
Puoi registrarti utilizzando il tasto in alto a destra ACCEDI oppure clicca qui: tutti, appena iscritti, sono Gnammers che hanno fame di buona cucina e nuovi amici. Appena organizzerai il tuo primo evento, il sistema ti riconoscerà automaticamente come Cook di Gnammo! 


COME SI CREA UN EVENTO? 
Per creare il tuo evento ti basterà cliccare sul tasto "PUBBLICA" e compilare tutti i campi richiesti. Ricordati di inserire una bella descrizione per ingolosire gli gnammers, i tuoi dati e quelli della location. Questi non saranno pubblici e verranno comunicati solo agli gnammers prenotati e accettati da te. 
Dopo aver completato il form di creazione evento, richiedine la pubblicazione cliccando sull'apposito tasto. 
Ogni evento di cui viene richiesta la pubblicazione viene controllato dal team di Gnammo che verificano eventuali errori nella fase di creazione. In base al numero di eventi ricevuti può variare il tempo entro il quale l'evento sarà visibile alla Community. 
Dal momento della pubblicazione trascorreranno al massimo 24 ore per trovare il proprio evento tra quelli proposti. Al momento della pubblicazione il cook riceverà una mail di notifica. 


QUALI REQUISITI SERVONO PER ESSERE UN COOK? 
Gnammo, lo ripetiamo sempre, è fatto di persone prima ancora che di piatti serviti! 
Ogni evento organizzato su Gnammo non richiede che tu sia un professionista, ne che abbia particolari abilità o abilitazioni. 
Qui si da spazio a tutti quelli che hanno voglia di mettersi in gioco, ciascuno con le proprie abilità e la propria esperienza. 


COME SI PARTECIPA AD UN EVENTO? 
Scegli l'evento che più ti ingolosisce tra quelli in programma, seleziona il numero di posti disponibili e clicca sul tasto "PRENOTA". 
Nella finestra successiva apparirà un riepilogo della tua prenotazione, dopo aver cliccato su "ACQUISTA" inserisci i dati del tuo account Paypal o di una qualunque carta di credito (anche prepagata), selezionando la voce "non ho un conto Paypal". 
Attendi la mail di conferma della tua partecipazione da parte del cuoco con l'indirizzo della location e... Buon appetito!
vai al sito GNAMMO
https://gnammo.com

domenica 10 gennaio 2016

fantastica interpretazione



Posted by Elena Rivas on Martedì 15 dicembre 2015

IMPARA A VEDERE LA GRANDEZZA DEL TUO PROSSIMO ...


sabato 9 gennaio 2016

IO SCELGO IO VOGLIO IO SONO



Il metodo Consiste semplicemente in una prima fase di 21 giorni in cui dovrai ripetere delle dichiarazioni che iniziando con “Io Scelgo…” e “Io Voglio…” seguita da una fase, senza limiti di tempo, nella quale dovrai ripetere le tue dichiarazioni
che iniziano con “Io “Sono…” e una lista di desideri/volontà che avrai formulato durante la prima fase.

La variante prevede invece una prima fase di 21 giorni per le dichiarazioni che iniziano con “Io Scelgo…”, “Io Voglio…”, “Io Merito…”, seguita da una seconda fase di altri 21 giorni per le dichiarazioni che iniziano con “Io Sono…”. Dopodichè passerai alla fase senza limiti di tempo nella quale continuerai a ripetere le dichiarazioni “Io Sono…” ma seguite dalla lista dei tuoi desideri/volontà.

- Ti servono alcuni fogli, una penna o matita e gomma, e un quadernino: il tuo quadernino exotropico. Sceglilo con cura, deve piacerti da subito, ti accompagnerà, come una mappa-passaporto, verso il tuo futuro felice…

- Inizia quando sei solo e sicuro che nessuno possa disturbarti, interromperti o vederti, in un luogo possibilmente
neutro, privo di interferenze, quando il tuo stato emotivo è calmo e in pace o il meno turbolento possibile.
- È fondamentale che tu mantenga la massima riservatezza.
- Scrivi su un foglio 3 dichiarazioni, ognuna per 3 volte, iniziando la prima con l’espressione “Io Scelgo”, la seconda con “Io Voglio” e la terza, tra parentesi, con “Io Sono”.

- La prima dichiarazione è quella predefinita e necessaria per il tuo allineamento:

Io Scelgo di essere Gioia, Amore e Gratitudine.
Io Voglio essere Gioia Amore e Gratitudine.
(Io Sono Gioia Amore e Gratitudine).

- Le altre due dichiarazioni le devi comporre Tu, per introdurre nella tua mente inconsapevole le nuove associazioni che diverranno le tue nuove credenze felici, auto-potenzianti. Possono riguardare gli aspetti più importanti della tua
vita futura, quelli che sono per te critici, fonte di crisi o della tua possibile incapacità di vivere le relative esperienze felici e di successo, o anche semplici concetti felici. Soprattutto se ti ritieni infelice o “sfortunato”, è meglio che inizi
con concetti per te emotivamente “lievi” e lasci i più critici per introdurli in te quando il tuo processo sarà già avviato e avrai saputo essere stabilmente allineato e almeno “contento”.

Fai in modo di comporre le tue due dichiarazioni exotropiche utilizzando parole/concetti semplici, generici costruttivi, felici, potenzianti, facili, chiari e associabili alla tua identità, come ad esempio:

Felicità, Lievezza, Salute, Bellezza, Armonia, Entusiasmo, Ottimismo, Vitalità, Forza, Potenza, Passione, Abbondanza, Intuitività, Ricchezza, Sincerità, Creatività, Intelligenza, Purezza, Immaginazione, Genialità,
Fiducia, Onestà, Libertà, Prosperità, Successo, Sensualita’, Femminilità, Fantasia, Meraviglia, Ammirazione, Saggezza, Piacere, Lealtà, Maestosità, Sapienza, Bene, Allegria, Godere, Migliore, Grandiosità,
Generosità, Audacia, Pace, Fierezza, Accorgersi, Vincere, Beatitudine, Facile, Supercoscienza, Futuro, Potenziante, Ordine, Intuizione, Dare, Allineamento, Coraggio, Credere, Fortuna, Giovinezza, Sorridere,
Talento, Dolcezza, Efficienza Evolvere ecc.

- In ogni dichiarazione metti tre parole/concetti, uno dei quali deve essere possibilmente “Felicità” o “Gioia” o “Entusiasmo”, declinandoli e intervallandoli, perché abbiano senso, con parole quali “essere” e “vivere”.

- Evita qualsiasi negazione.
- Evita le parole “sempre”, “mai”, “per sempre” e “verità”.

Eccoti un esempio pratico, con la variante, pratico puramente indicativo (è importante ognuno deve formulare
dichiarazioni exotropiche e desideri/volontà che siano sue):

Io Scelgo di essere Gioia, Amore e Gratitudine
Io Voglio essere Gioia Amore e Gratitudine
Io Merito di essere Gioia Amore e Gratitudine
(Io Sono Gioia Amore e Gratitudine).
Io Scelgo di essere Felicita’ Bellezza e Vitalita’
Io Voglio essere Felicita’ Bellezza e Vitalita’
Io Merito di essere Felicita’ Bellezza e Vitalita’
(Io Sono Felicita’ Bellezza e Vitalita’ )
Io Scelgo di essere Sensualita’, Lievezza e Entusiasmo
Io Voglio essere Sensualita’, Lievezza e Entusiasmo
Io Merito di essere Sensualita’, Lievezza e Entusiasmo
(Io Sono Sensualita’,Lievezza e Entusiasmo)


Ora puoi iniziare la tua felice trasformazione interna:


- Prendi il tuo foglietto con le tre dichiarazioni che iniziano con “Io Scelgo….”, ”Io Voglio….” (se hai applicato la variante anche "Io Merito…") e inizia a ripeterle a te stesso (a voce, se nessuno ti sente, oppure, quando sarai con altre persone, solo pensandole). Fallo tutti i giorni, tutte le volte che vuoi, più che puoi, come fosse un mantra, la colonna sonora che fa da sottofondo alla tua giornata, (i momenti migliori, più “potenti” sono al risveglio e prima di addormentarti) 
più le ripeti meglio è, ma cerca di ripeterle almeno 100 volte al giorno.


Le persone un po’ “entropiche”, che si accorgono di continuare a pensare tristemente anche tra una serie di
ripetizioni e l’altra (o, peggio, anche durante) dovranno “sforzarsi” di più e ripeterle più che possono. Se nella 

stessa giornata si producono, ad esempio 150 nuove associazioni felici potenzianti e 200 nuove associazioni

infelici e limitanti, tutto il lavoro diventa inefficace.


Il numero di nuove associazioni felici potenzianti prodotte deve essere decisamente maggiore di quelle
infelici che si continuano a produrre per poter “compensare” anche quelle prodotte in passato, ogni volta 


che si è visto, vissuto, ascoltato, pensato o immaginato qualcosa di triste.




È anche importante cercare di evitare tutte le sorgenti esterne di informazioni infelici perché anche quelle producono
nuove associazioni che possono contrarie a quelle delle tue dichiarazioni exotropiche felici.

da Fabio Marchesi METODO EXTROPIC MIND




Io Scelgo Io Voglio Io Sono Voto medio su 32 recensioni: Da non perdere
€ 16.9

giovedì 7 gennaio 2016

9 PUNTI DA RICORDARE

1. Le conoscenze acquisite non garantiscono la vostra crescita. L'importante è saperle applicare.

2. Una buona idea è nulla se non è sostenuta da un'azione.


3. Le possibilità non vanno cercate, vanno create.

4.Il 10% della nostra vita sono le circostanze al di fuori del nostro controllo; il restante 90% è come noi reagiamo a queste circostanze.

5. Ciò che non cominceremo a fare oggi non può essere completato domani, perciò, non bisogna rimandare.

6. Se aspettate le condizioni ideali per realizzare i vostri piani, potreste rimanere con il nulla di fatto.

7. Finché continuate a fare ciò che state facendo riceverete ciò che state ricevendo.

8. Non bisogna avere paura dei cambiamenti. Più delle volte succedono quando è ora.

9. La disciplina serve per poter scegliere, tra ciò che desiderate più di tutto e ciò che desiderate adesso, il primo.

10.Più è difficile la strada, più successo vi aspetta alla sua fine.

Olga Samarina
LA RADIONICA ESOTERICO-SCIENTIFICA RUSSA

mercoledì 6 gennaio 2016

PADRE RICCO PADRE POVERO

Tutt'oggi la maggior parte delle persone è convinta che sia importante la sicurezza economica. Robert Kiyosaki, invece, vi spiegherà che ciò che conta veramente sono quelle attività che producono denaro autonomamente, senza essere costantemente seguite. Proprio la sua semplicità e e la sua energia, unite a idee anticonvenzionali e fuori dagli schemi, hanno reso questo libro un autentico best-seller per tutti gli anni 90.
E tutt'oggi questi insegnamenti sono ancora attuali, perchè si tratta semplicemente di sviluppare la vostra educazione finanziaria.
Il denaro deve lavorare per voi, non voi per il denaro, come state facendo ora.
Tutti abbiamo bisogno di capire il modo in cui funziona il denaro e Robert T. Kiyosaki 

Padre ricco, padre povero vi aiuterà a:

eliminare la convinzione che, per arricchirsi, occorre avere un ottimo stipendio
togliervi la convinzione che la casa sia un attivo
mostrare ai genitori che il sistema scolastico non fornisce una preparazione economico-finanziaria
spiegare una volta per tutte la differenza tra attivi e passivi
insegnare ai vostri figli come conseguire il successo economico



Padre Ricco Padre Povero
Quello che i ricchi insegnano ai figli sul denaro
Voto medio su 97 recensioni: Da non perdere
€ 12.5