sabato 30 aprile 2016

Guadagna con l'affiliazione

La tua pubblicità a valore aggiunto

guadagna con l'affiliazioneVuoi guadagnare senza avere problemi di magazzino, acquisto, immobilizzazione di danaro?
Bene, se hai un po' di spirito imprenditoriale, ma non hai voglia di creare una attività nel vero senso del termine, questa è la pagina che fa per te: si chiama AFFILIAZIONE PARTNER.
Ti basta solo avere un elenco di indirizzi a cui inviare i suggerimenti dei prodotti che tu vuoi far conoscere e la cosa è fatta. Oppure, se hai un blog o un sito molto interessante dove molte persone cliccano i tuoi consigli, allora sei davvero pronto per iniziare l'avventura dell'affiliazione con il Gruppo INDIVISIBILE. Puoi aderire anche se non hai partita IVA e l'adesione al programma è del tutto gratuita. La nostra proposta è indirizzata a tutte quelle persone che credono nella qualità dei nostri prodotti e nella loro capacità di migliorare il benessere e le condizioni di vita.

COME FUNZIONA?

E' tutto molto semplice ed immediato: ti iscrivi creando un semplice account affiliazione e a quel punto ti verrà assegnato un Codice Partner che userai per creare un link di qualsiasi prodotto o sezione del nostro sito di vendita www.idealandia.it
Ogni volta che qualsiasi tuo utente cliccherà quel link verrà indirizzato al nostro sito; a quel punto per qualsiasi acquisto che verrà eseguito, ti verrà accreditato un importo in danaro corrispondente al 10% dell'ordine che ha eseguito il cliente. Il totale delle provvigioni di tutti gli importi, se supererà i 50 euro del trimestre (marzo, giugno, settembre, dicembre), ti verrà riconosciuto a seguito di tua ricevuta compilata a norma di legge e con il tipo di pagamento che più gradisci tra CC postale, bonifico bancario, PayPal.
Nota bene: poiché alcuni furboni eseguono questa iscrizione per risparmiare sugli ordini generati da se stessi è bene che si sappia che il programma di affiliazione tiene traccia delle sorgenti di provenienza (siti web, newsletter ecc.) per cui controlleremo che le vendite siano realmente collegate alle promozioni dell'affiliato e che non siano, invece, tentativi di acquisti personali per ricevere semplicemente uno sconto; per questo motivo il primo pagamento delle commissioni verrà riconosciuto al raggiungimento di almeno 300 euro di commissioni accumulate, ma se tutti gli acquisti proverranno dalle stesse fonti, l'account verrà cancellato e procederemo a denuncia per truffa presso l'autorità giudiziaria. 
Puoi inserire i links dei prodotti che vuoi suggerire in molti modi:
  • sul tuo sito
  • sui blog
  • nelle newsletter
  • su facebook
  • su twitter
  • su youtube
  • nei documenti PDF
  • sulla pubblicità cartacea
  • dai motori di ricerca
  • nelle mail inviate a persone che tu conosci
o da qualsiasi altra sorgente, a condizione che tu non esegua spam altrimenti saremo costretti a cancellare il tuo account.

COME AVVIENE IL TRACCIAMENTO

Il nostro programma di affiliazione risponde allo stato dell'arte delle affiliazioni.
Innanzitutto quando un tuo cliente visita il nostro sito www.idealandia.it grazie ad un tuo link, nel PC del cliente viene installato un cookie che riporta il tuo codice affiliazione; questo cookie rimarrà attivo con il tuo codice nel PC del cliente per 90 giorni e NON è riscrivibile se lo stesso cliente ritorna sul nostro sito dal link di un altro affiliato. 
Quindi con il tuo cookie nel suo PC, se il cliente rientrerà sul nostro sito senza passare dal tuo link comunque avendo il tuo cookie nel suo PC, egli verrà tracciato come tuo cliente per cui la commissione verrà riconosciuta a te.
Ma c'è di più: ormai oggi, con tutti i problemi di sicurezza informatica, viene suggerito spesso di pulire il proprio PC con software che cancellano, oltre alle sessioni di navigazione, anche i cookie registrati. Ebbene, il nostro software di affiliazione va ben oltre e risolve il problema: le navigazioni del cliente, dopo che è stato tracciato la prima volta col tuo cookie, vengono salvate nel nostro programma per cui ogni volta che c'è un nuovo accesso vengono incrociati indirizzi IP, sessioni, database in modo che anche se il cliente ha cancellato i cookie, comunque viene tracciato come tuo cliente.

COME PUOI AUMENTARE I TUOI GUADAGNI?

aumenta i tuoi guadagniBene, per te abbiamo anche un'altra grande opportunità: se un tuo utente viene indirizzato al nostro sito grazie ad un tuo link potrebbe non acquistare subito; però devi sapere che anche se dovesse ritornare sul nostro sito entro i successivi 90 giorni dal primo click per effettuare l'acquisto, ebbene tu riceverai sempre la tua percentuale sulle vendite dagli acquisti successivi, anche se l'utente non proviene direttamente dal tuo sito.
Ma possiamo anche fare di più: nel momento in cui tu farai accedere un tuo utente da un tuo link, nel suo PC verrà installato un cookie che farà in modo che l'affiliazione che tu hai generato sia collegata a te per novanta (90) giorni.
Questo significa che se lo stesso utente che tu hai invitato dovesse arrivare, nei 90 giorni di validità del tuo cookie, al nostro sito per mezzo del link di un altro affiliato, il cliente rimarrà comunque tuo per cui la provvigione sarà assegnata a te.
MA C'E' DI PIU'...
multilevel di affiliazioneOra c'è una grande sorpresa: oltre al 10% di percentuale dei clienti che proverranno da tuoi link, per ogni nuovo partner affiliato che si iscriverà grazie al fatto che nei 90 giorni precedenti ha premuto un link con il tuo codice identificativo e poi eseguirà una iscrizione, senza che neanche tu lo sappia riceverai il 2% di provvigione dalle sue vendite. Tu non dovrai fare assolutamente nulla, farà tutto il nostro avanzatissimo software. Quindi, nelle tue campagne pubblicitarie potrai serenamente fare una sorta di reclutamento di altri affiliati senza aver timore che ti soffino il business; per noi la condivisione è importante e ci auguriamo lo sia anche per te. E ADESSO? Bene, allora: adesso devi iscriverti subito perché la nostra politica è quella di tenere un vasto numero di iscritti al fine di non inflazionare e rendere difficile il tuo lavoro con un alto numero di affiliati "concorrenti".
Dai allora, iscriviti:  Link indivisibile










domenica 24 aprile 2016

LE ABITUDINI CHE PORTANO ALLA POVERTA'

Secondo un ricercatopre russo Alexandr Sheps, per uscire dalla povertà basterebbe correggere 6 abitudini.

- L'ABITUDINE DI LAMENTARSI. Chi si lamenta continuamente della vita infelice o della mancanza dei soldi, fa crescere nel proprio subconscio dei blocchi negativi; si sa che i pensieri tendono a materializzarsi.


- L'ABITUDINE DI VOLER TUTTO E SUBITO. Per iniziare a guadagnare bene, servono molto sforzi, e non bisogna aver paura del lavoro, degli errori, del rischio. Nulla è dato senza fatica.

- L'ABITUDINE DI CONTINUARE A FARE UN LAVORO NON AMATO. E' impossibile ottenere successo in quella sfera che non porta gioia e soddisfazione.

- L'ABITUDINE DI INVIDIARE. L'invidia non solo non assicura il benessere materiale, ma corrode l'anima della persona da dentro, porta alle malattie e alla solitudine.

- L'ABITUDINE DI RISPARMIARE SU TUTTO. Ci sono alcune cose sulle quali non si può risparmiare: la salute, l'istruzione, i figli: inoltre, occorre liberarsi dall'abitudine di comprare le cose più economiche.

-L'ABITUDINE DI AMMAZZARE IL TEMPO. E' la persona che deve gestire il suo tempo, e non viceversa, I soldi non vanno da coloro che spendono spensieratamente il loro tempo.

- L'ABITUDINE DI ASPETTARE. Esiste una vasta schiera di persone che aspettano il "momento giusto" e cercano i motivi per rimandare i loro piani: "non è la stagione giusta, si deve prima finire i lavori in casa, non concedono il credito". Il momento benefico non arriverà mai, l'obiettivo va realizzato ora, altrimenti non sarà mai raggiunto.

Advanced Mind Institute Italia

venerdì 22 aprile 2016

L'uomo più Ricco di Babilonia



L'uomo più ricco di Babilonia è il libro che vorrai leggere per te stesso, raccomandare ai tuoi amici e regalare ai giovani che stanno per intraprendere la strada della vita.


Coltivate le vostre facoltà, studiate e diventate più saggi, acquistate maggiore abilità, agite rispettando voi stessi. Il ricco Arkad, il prestasoldi Mathon, il mercante di cammelli Dabasir e Sharru Nada, il principe dei mercanti di Babilonia, sono solo alcuni dei personaggi di queste parabole che con la loro saggezza ci introdurranno ad un sicuro avvenire di prosperità e felicità. 

Arkad, l’uomo più ricco di Babilonia, venne un giorno interpellato dal Re con la richiesta di insegnare ai sudditi i segreti per il raggiungimento di una vita prosperosa. L’uomo accettò molto volentieri e suddivise il suo insegnamento in sette rimedi fondamentali per poter riempire la propria borsa d’oro tintinnante.

1. Iniziate a riempire la vostra borsa

2. Controllate le vostre spese

3. Fate in modo che il vostro oro si moltiplichi

4. Proteggete i vostri tesori dalle perdite

5. Fate si che la vostra dimora sia un investimento proficuo

6. Assicuratevi una rendita per il futuro

7. Aumentate la vostra capacità di guadagno

Le cinque leggi dell’oro

I. L’oro arriva facilmente e in modo crescente a chiunque metta da parte non meno di un decimo dei suoi guadagni per creare un capitale per il futuro e per quello della sua famiglia.

II. L’oro lavora diligentemente per il saggio padrone che lo impiega in modo proficuo, moltiplicandosi così come le greggi al pascolo.

III. L’oro è sotto la protezione del padrone previdente, che lo investe affidandosi al consiglio di uomini saggi nell’amministrarlo.

IV. L’oro fugge dall’uomo che lo investe in imprese che non gli sono familiari o che non sono approvate da coloro che sono abili nel suo mantenimento.

V. L’oro abbandona l’uomo che lo vuole forzare a guadagni impossibili, che segue i consigli allettanti dei truffatori, o che si fida della propria inesperienza e dei suoi vani desideri di investimento.






L'uomo più Ricco di Babilonia
Nella forza dei vostri desideri c'è un potere magico
Voto medio su 27 recensioni: Da non perdere
€ 10.5

domenica 17 aprile 2016

IL RISPETTO

Che cos’è il rispetto?

Il rispetto è un atteggiamento che favorisce le relazioni interpersonali adeguate e soddisfacenti. Esso è inoltre necessario per una convivenza senza conflitti, in cui si accettano le differenze tra le persone.
A cosa serve il rispetto?

Rispettare consiste nel misurarsi con le diverse posizioni dell’altra persona, e ci aiuta, quindi, a non giudicarla per la sua scelta o opinione.

Rispettare consiste nel tenere conto dell’altro nelle sue differenze individuali, senza cercare di manipolarle e senza pretendere che l’altro si comporti diversamente da come è.
Come si può riuscire a rispettare tutti?

Rispettare è rendersi conto che ogni persona ha diritto di scegliere di essere come è realmente, con il suo modo di pensare, di esprimere la propria opinione, di sentire, di agire e persino di scegliere i suoi gusti e le sue preferenze di vita.

Se ciascuno ha dunque il diritto di essere chi decide di essere, nessun altro può permettersi di obiettare o decidere per lui/lei.
In che modo si dimostra il rispetto?

Il rispetto si manifesta quando non si giudica l’altra persona in base alle sue motivazioni, decisioni, comportamenti o stili di vita, né le si rimprovera nulla o la si recrimina per come è, aspettandoci che sia diversa.

Il rispetto consiste dunque nel miglior modo di dimostrare a una persona che la accettiamo nella sua individualità e nella sua totalità, accettandola per quello che è e non per ciò che vogliamo o pretendiamo che sia.
Come si esprime il rispetto?

Il rispetto si dimostra tramite l’Empatia, ossia partendo da quell’atteggiamento comunicativo che dimostra che siamo consapevoli, accettiamo e rispettiamo com’è l’altra persona, nonostante talvolta non condividiamo le sue decisioni, opinioni o comportamenti.

L’empatia è lo strumento utilizzato all’interno della comunicazione assertiva, e corrisponde alla capacità di ascoltare l’altro, osservando il modo in cui ci parla, prestando attenzione ai suoi sentimenti e alle sue esperienze personali.

In questo modo, si esprime comprensione e intesa verso i suoi diritti, e se la comunicazione procede, si può esprimere la propria opinione. Questa, anche se è differente da quella dell’altro, è rispettosa nei riguardi delle motivazioni altrui.
Quando è più difficile rispettare?

Rispettare si fa più difficile quando si vuole a tutti i costi aver ragione, e si è convinti che la propria posizione è in assoluto l’unica possibile, e corrisponde all’unica assoluta verità.


D’altra parte, il rispetto viene meno quando si adotta nei confronti degli altri un atteggiamento aggressivo fatto di comunicazione non verbale, gesti irrispettosi, pur utilizzando le parole adatte.
Per il rispetto…

È importante capire che la nostra posizione non è che una semplice possibilità tra le altre.

Si deve sempre parlare in prima persona, esprimendo le proprie opinioni e i propri punti di vista, non delle “leggi come verità assolute”.

È necessario accettare il fatto che le nostre percezioni, anche se ci possono sembrare oggettive, non lo sono in nessun caso. Le percezioni di ognuno sono infatti legate ad interpretazioni personali, basate sulle precedenti esperienze, sugli stati d’animo e persino sulle credenze che esistono da sempre in ogni persona, in funzione del proprio apprendimento.

Quando ci dirigiamo agli altri e lo facciamo attraverso l’empatia, ciò comprende l’ascolto e l’osservazione delle posizioni degli altri, così come l’accettazione del loro diritto di essere ciò che vogliono essere.

sabato 16 aprile 2016

Rischia di fare ciò che ami - Jim Carrey



Ha superato la depressione e tante battaglie nella sua vita eppure la sua capacità di sollevare i nostri animi e farci dimenticare tutti i problemi è miracolosa. Quello che dice nei suoi incontri che tiene in giro per il mondo è di ispirazione per tutti noi.

lunedì 11 aprile 2016

AFFILIAZIONE PARTNER

La tua pubblicità a valore aggiunto

guadagna con l'affiliazioneVuoi guadagnare senza avere problemi di magazzino, acquisto, immobilizzazione di danaro?
Bene, se hai un po' di spirito imprenditoriale, ma non hai voglia di creare una attività nel vero senso del termine, questa è la pagina che fa per te: si chiama AFFILIAZIONE PARTNER.
Ti basta solo avere un elenco di indirizzi a cui inviare i suggerimenti dei prodotti che tu vuoi far conoscere e la cosa è fatta. Oppure, se hai un blog o un sito molto interessante dove molte persone cliccano i tuoi consigli, allora sei davvero pronto per iniziare l'avventura dell'affiliazione con il Gruppo INDIVISIBILE. Puoi aderire anche se non hai partita IVA e l'adesione al programma è del tutto gratuita. La nostra proposta è indirizzata a tutte quelle persone che credono nella qualità dei nostri prodotti e nella loro capacità di migliorare il benessere e le condizioni di vita.

COME FUNZIONA?

E' tutto molto semplice ed immediato: ti iscrivi creando un semplice account affiliazione e a quel punto ti verrà assegnato un Codice Partner che userai per creare un link di qualsiasi prodotto o sezione del nostro sito di vendita www.idealandia.it
Ogni volta che qualsiasi tuo utente cliccherà quel link verrà indirizzato al nostro sito; a quel punto per qualsiasi acquisto che verrà eseguito, ti verrà accreditato un importo in danaro corrispondente al 10% dell'ordine che ha eseguito il cliente. Il totale delle provvigioni di tutti gli importi, se supererà i 50 euro del trimestre (marzo, giugno, settembre, dicembre), ti verrà riconosciuto a seguito di tua ricevuta compilata a norma di legge e con il tipo di pagamento che più gradisci tra CC postale, bonifico bancario, PayPal.

Puoi inserire i links dei prodotti che vuoi suggerire in molti modi:
  • sul tuo sito
  • sui blog
  • nelle newsletter
  • su facebook
  • su twitter
  • su youtube
  • nei documenti PDF
  • sulla pubblicità cartacea
  • dai motori di ricerca
  • nelle mail inviate a persone che tu conosci
Vai al sito per iscrizione  e dettagli link

COME CREARE ABBONDANZA NELLA TUA VITA


Il chi credete di essere è anche intimamente connesso con il come credete che vi trattino gli altri.

Molte persone si lamentano di non essere trattate bene dagli altri. Dicono di non ricevere abbastanza rispetto, attenzione, riconoscimento o considerazione, dicono anche di essere date per scontate. E quando la gente è gentile con loro, allora pensano a un secondo fine, di venire manipolate, o che ci si voglia prendere un vantaggio su di loro.

Che nessuno le ami.

Pensano di essere un “povero piccolo me” bisognoso, dalle necessità insoddisfatte. Questa confusione di base su chi sono, crea una disfunzione in ogni loro relazione.

Credono di non avere niente da dare e che il mondo o gli altri stiano negando loro ciò di cui hanno bisogno.

Tutta la loro realtà è basata su un senso illusorio di chi sono. Questo boicotta le situazioni e vizia le loro relazioni.

Se l’idea di perdere, sia che si tratti di soldi, di riconoscimento o d’amore, è diventata parte di chi credete di essere, allora sperimenterete sempre un senso di perdita.

Invece di riconoscere tutto il buono che c’è già nella vostra vita, tutto ciò che vedete è perdita.

Il riconoscimento di tutto il buono che c’è nella vostra vita è l’inizio di ogni abbondanza.
Il fatto è che qualunque cosa voi pensiate che il mondo vi stia negando voi la state negando al mondo.
Ve la state negando perché profondamente dentro di voi pensate che siete piccoli e che non avete niente da dare.


Provate questo per qualche settimana e vedrete come cambierà la vostra realtà: qualunque cosa state pensando che gli altri vi neghino -lodi, apprezzamenti, assistenza, cure affettuose- datela voi a loro. Non ne avete? Fate come se ne aveste e ne verranno. E non appena avrete cominciato a dare, comincerete a ricevere.

Non potete ricevere ciò che non date. Il flusso verso l’esterno determina il flusso verso l’interno.
Qualunque cosa pensiate che il mondo vi neghi, l’avete già, ma fino a che non ne permetterete il fluire verso l’esterno, non saprete neppure quello che avete.
Gesù ha espresso in questa potente immagine la legge che il fluire verso l’esterno determina un ritorno del flusso: “Date e vi sarà dato: ne riceverete in misura buona, pigiata, scossa e traboccante, perché con la stessa misura con cui misurate, sarà misurato anche a voi”. (Luca 6,38)

La fonte di ogni abbondanza non è fuori di voi.
È parte di chi siete.
In ogni modo cominciate vedendo e riconoscendo l’abbondanza al di fuori.
Vedete l’abbondanza della vita tutto intorno a voi. Il calore del sole sulla vostra pelle, lo spettacolo della magnificenza dei fiori in mostra davanti a un fioraio, mordete un frutto succulento, o lasciatevi inzuppare dall’abbondanza dell’acqua che cade dal cielo.

La pienezza della vita è li ad ogni passo.
Il riconoscimento di quell’abbondanza che è intorno a voi risveglia l’abbondanza interiore dormiente. E poi lasciatela fluire fuori. Quando sorridete a una persona che non conoscete, per un istante l’energia fluisce verso l’esterno.
Diventate qualcuno che dà. Domandatevi spesso cosa potete dare in quel momento, come potete essere al servizio di quella persona, di quella situazione.
Non avete bisogno di possedere nulla per sentire l’abbondanza, ma se la sentite vi arriverà certamente una grande abbondanza.

L’abbondanza arriva solo a coloro che già ce l’hanno.

Sembra quasi ingiusto, ma naturalmente non lo è. È una legge universale. Sia l’abbondanza sia la scarsezza sono stati interiori che si manifestano come la vostra realtà. Gesù lo ha espresso in questo modo: “Poiché a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha sarà tolto anche ciò che ha”. (Marco 4,25)



Eckhart Tolle
"Un nuovo mondo"


Fonte
http://libreriailvelodimaya.blogspot.it/search/label/abbondanza

domenica 10 aprile 2016

CREA LA TUA REALTA' CON LE IMMAGINI MENTALI



L’inconscio collettivo non capisce le “parole” o le lingue. Capisce solo le immagini mentali. Le immagini mentali che consciamente o inconsciamente tu disegni (o immagini) sul tuo schermo mentale sono pienamente comprese dall’inconscio collettivo. In altre parole, le tue fantasticherie dettano in gran parte la tua realtà e vengono interpretate come la realtà che tu desideri per il futuro. L’inconscio collettivo è convinto che tu non dedicheresti tanto tempo a soffermarti su tali immagini se non desiderassi che si manifestino nella tua vita. Il tuo futuro è in gran parte un riflesso delle immagini più ricorrenti che hai visualizzato sullo schermo della tua mente e le immagini che hanno di te coloro che ti conoscono. Più volte immagini mentalmente una cosa, maggiore è la probabilità che questa si materializzi nella tua realtà. Pensa alle tue fantasticherie come se fossero voti a favore o contro gli eventi che desideri che accadano nel tuo futuro. Questa è l’unica vera democrazia. E succede incessantemente dentro la tua testa tutto il giorno e in tutto il nostro universo. I nostri crudeli e illegittimi governanti in ogni parte del mondo vogliono che tu sia all’oscuro di queste informazioni, per poter arruolare anche te nel loro esercito fatto di svariati milioni di uomini che continuano a fantasticare sul loro incubo e a perpetuarne l’esistenza nel loro interesse. È importante che tu capisca la situazione, ma quando ti capita di pensare ai loro piani da incubo, elimina immediatamente le immagini. Ne riparleremo più avanti.

Per usare il tuo potere con un certo grado di controllo, la tua mente cosciente deve comunicare con l’inconscio collettivo (inviare l’ordine) nella sua lingua: con immagini mentali intenzionali. Le parole non hanno alcun effetto sulla realtà, salvo che per trasmettere i concetti che dipingono immagini mentali nella nostra mente. Sono le nostre immagini mentali, le nostre fantasticherie, che programmano la realtà. Devi anche imparare a modificare le tue immagini mentali negative. Ti spiego brevemente come fare.

Non confondere i sogni notturni con le fantasticherie o immagini mentali/sogni a occhi aperti. I sogni notturni nascono da fiotti casuali di immagini indipendenti che arrivano al tuo schermo mentale dal magazzino di immagini della tua mente. Tu stai dormendo. Quindi, la tua mente inconscia è svincolata dalle false restrizioni e dai limiti normalmente imposti dalla tua mente cosciente. Durante il sonno, è libera di ricreare esercitando in pieno il suo enorme potere di associare immagini oniriche non collegate in una sorta di continuità o di storia. Il significato dei sogni notturni non può essere facilmente decifrato, perché le immagini hanno significati diversi a seconda delle persone. Gli incubi notturni non hanno un reale potere su te o sul tuo futuro, a meno che tu non attribuisca loro questo potere immaginandoli (richiamandoli) il giorno seguente, quando sei sveglio.

Le tue fantasticherie ad occhi aperti, invece, rappresentano i programmi o il codice per la creazione del tuo futuro. Le cose che immagini (o di cui ti rammarichi, che desideri, che ti affliggono, di cui ti lamenti, di cui parli in continuazione, di cui ti risenti, che ti aspetti accadano, che speri, che odi, che ami, che rimpiangi, ecc.) il più delle volte sono le cose di cui sarà composto il tuo futuro. Fino a quando non imparerai a gestire queste immagini, la vita sarà un disordine caotico di buoni e cattivi eventi e una ripetizione delle esperienze negative passate.



Allo stesso modo, i nostri sogni collettivi, cioè le immagini più comuni per le menti degli uomini, programmano la nostra realtà collettiva futura, tanto quella locale quanto quella globale. Il motivo per cui tutto è caotico dipende dal fatto che noi ospitiamo nella nostra mente un insieme caotico di buone e cattive fantasticherie ad occhi aperti, senza sapere che stiamo dando origine alle nostre realtà personali e collettive caotiche. Non c’è da stupirsi, se è tutto un disastro. E i banchieri criminali prosperano sul caos.

CREARE FANTASTICHERIE POSITIVE

La durata di un’immagine sul tuo schermo mentale non è molto significativa. La cosa che conta è la quantità. Perciò, invece di fare un film di 20 minuti con molti dettagli che faticheresti a ricordare, crea una scena di due o tre secondi che sia facile da ricordare. E fai in modo che sia semplice. Meno complicata sarà la tua fantasticheria, meno difficile risulterà per l’inconscio collettivo (o campo quantico) orchestrare gli eventi per farla accadere. Molte delle mie personali fantasticherie di programmazione le immagino di sera, per limitare il contenuto e i dettagli. Se è semplice, può accadere più velocemente. E ripeti consapevolmente la fantasticheria, ripeti più volte le scene che hai immaginato, il più spesso possibile.

L’inconscio collettivo (il campo quantico) è un automa: una macchina con funzioni precise. Alimenta gli elettroni. Presume automaticamente che le immagini mentali che tu evochi più di frequente siano le cose che desideri per il tuo futuro. Le immagini proiettate più spesso nella mente vengono assorbite dall’inconscio collettivo, che poi assegna un punteggio alla volontà collettiva grazie alla tua volontà (alla tua fantasticheria), architettando influenze future e percorsi corrispondenti, in modo da permettere che un giorno (intenzionalmente o meno) la scena programmata si materializzi nel tuo futuro, a meno che essa non sia contraria alla volontà collettiva. La maggior parte delle volte, la volontà collettiva non ha un gran peso, perché noi immaginiamo soprattutto le cose più personali, per le quali non c’è opposizione collettiva. L’inconscio collettivo non qualifica le tue fantasticherie come buone o cattive. Si limita a quantificarle. Che esse siano negative o positive, esso manifesterà esattamente quello che tu (o noi) lo abbiamo programmato a fare, a meno che tu non perda la votazione o noi non risultiamo in minoranza. E questo non richiede fede o credenza. Puoi farlo anche rimanendo scettico, ma questo caso rallenterai la materializzazione.





COME MODIFICARE LE FANTASTICHERIE NEGATIVE
Per migliorare la nostra vita, non dobbiamo solo creare immaginazioni positive, dobbiamo anche modificare quelle negative. In assenza di quelle negative, resta più spazio e tempo per le molte più brevi immagini positive che puoi creare deliberatamente a tuo beneficio. Questo metodo inverte le tendenze negative nelle nostre vite personali. Ed è facile! Lo stesso processo, fatto collettivamente, potrebbe invertire le tendenze negative a livello locale, nazionale o globale che noi creiamo inconsapevolmente a livello collettivo, condannando noi stessi a resistere e se possibile a sopravvivere. (all’umanità basterebbe una sola immagine positiva del nostro futuro collettivo per contrastare il piano da incubo a cui i malefici leader mondiali ci inducono a pensare ogni giorno traendone vantaggio!)

Ma prima di iniziare a esercitare appieno questo potere a tuo beneficio, è necessario che tu impari a respingere e prevenire il ripetersi delle immagini negative sul tuo schermo mentale. Modificare le tue fantasticherie è semplice. La cosa migliore è eliminare le immagini negative via via che si presentano sul tuo schermo mentale. Questo impedisce che ti tornino in mente influenzando negativamente il tuo futuro e/o il nostro futuro collettivo. Questo esercizio annulla la richiesta all’inconscio collettivo di produrre gli eventi negativi legati alla cattiva immagine che hai appena cancellato. Per cancellare con successo una fantasticheria negativa, come già detto, è necessario farlo nel linguaggio specifico dell’inconscio collettivo.

Quando ti accorgi che stai fantasticando su un’immagine negativa, innanzitutto bloccala sul tuo schermo mentale. Poi con un pennello immaginario, circondala di un cerchio nero. Poi traccia una grossa X nera sul cerchio (avrai ottenuto il simbolo internazionale che indica pericolo o altra identificazione negativa). Infine, immagina di lanciare tutto questo verso l’alto, lontano dal pianeta, come se fosse un frisbee.

In questo modo hai detto all’inconscio collettivo nella sua lingua di eliminare l’immagine brutta e annullare ogni influenza negativa che può aver avuto sul tuo futuro, ma anche di non conservare mai più quell’immagine o altre immagini simili. Se hai pensato molto spesso a un’immagine negativa dovrai ripetere questa tecnica più volte. Ricorda: tu sei il custode della tua mente. Puoi scegliere cosa immaginare e cosa non immaginare.

Ad un certo punto ti accorgerai con sgomento che non riesci a ricordare l’immagine negativa che hai appena cancellato dalla tua mente. Cercherai affannosamente di ricordartela, fino a quando ci riuscirai. A questo punto, dovrai di nuovo disegnare il cerchio, la grossa X, e lanciare tutto fuori dalla tua mente. Imparerai presto a ignorare questa “amnesia delle immagini negative” e ti abituerai con gioia all’idea di aver ripulito la tua casa. E se non riesci a bloccare un’immagine o a richiamarla con facilità, non ti preoccupare. Basta disegnare il cerchio e la grossa X nello spazio vuoto dopo che l’immagine negativa ha lasciato il tuo schermo mentale e poi lanciare tutto verso l’alto fuori dalla tua mente. E’ quasi altrettanto efficace. E la tua capacità di bloccare le immagini migliorerà con la pratica. Può anche succederti di ricordare che in passato ti sei soffermato su delle immagini negative senza però cancellarle. Appena ti tornano in mente, disegna il cerchio e la grossa X.

Il tuo passato:

Molti pensieri negativi sono ricordi di eventi e circostanze infelici del tuo passato. Pensa a loro come a un bagaglio indesiderato. Ti blocca, rallentando o impedendo i tuoi progressi. Se richiami spesso alla mente le immagini negative del tuo passato è come se bloccassi le immagini positive legandole a un tronco fatto di immagini negative. Inoltre, il potere della fonte vede le ripetute immagini mentali del tuo passato come una tua ordinazione per il futuro, e così i tuoi domani assomigliano ai tuoi ieri, come una condanna a ripetere gli errori del passato.

Ogni volta che si ripresentano, bloccali, disegna il cerchio, la grossa X e lanciali in alto lontano da te. Questo taglia i legami con le esperienze negative. Una volta che hai imparato le lezioni del passato, non è necessario che tu ricordi gli eventi brutti. Perciò, buttali via e vai avanti con la tua vita. Potresti anche visualizzare i tuoi eventi negativi passati più traumatici come pesi enormi o bagagli incatenati alle tue caviglie. Poi, ti basterà tagliare mentalmente le catene e i ceppi. Senti che ti stai allontanando, libero, lontano dal peso dei bagagli. Guarda l’enorme cumulo dei peggiori momenti della tua vita mentre scompare dietro di te giù per una strada mentale nel tuo passato, a cui appartiene. Impara le lezioni il più rapidamente possibile. Poi taglia i legami e vai avanti. Ora hai più tempo e spazio mentale libero per immaginare positivamente il futuro migliore.

Evita di nutrire rancore, in modo da limitare le immagini negative del passato. Perdona tutti i nemici e gli avversari del passato. Amali, ma abbi anche pietà di loro. Come te, non sono altro che il risultato della loro origine genetica, della loro esperienza e delle loro reazioni (scelte) alle loro esperienze. Come la maggior parte di noi, stanno solo usando le loro limitate risorse coscienti per cercare di andare d’accordo come meglio possono in questa stanca vecchia razza. Se avessero la conoscenza di tutti i segreti dell’universo, non ti avrebbero fatto torto. Quindi, renditi conto che sono umani, perdonali di tutto ed elimina amorevolmente le loro immagini negative dalla tua mente. Questo libera un sacco di tempo mentale futuro durante il quale potrai pensare nuove immagini positive, immaginate intenzionalmente da te. E liberandoli, consenti anche ai tuoi vecchi nemici di evolversi.

Il tuo presente:

I pensieri negativi sulla “tua situazione attuale” convalidano il tuo intrappolamento. Modificali e annullali. Poi sostituiscili con immagini di “dove sarai”, che ti consentano di aspirare a quel nuovo modo di essere “che stai diventando.” Puoi immaginarlo ad occhi aperti o chiusi. Ma soprattutto, cerca di ottenere l’immagine più vivida che riesci a creare. Non è necessario che tu continui ad essere “ciò che sei stato.” È una tua scelta. Oggi è davvero il primo giorno del resto della tua vita, perché solo ora stai imparando quello che devi sapere per essere libero. Sei un “lavoro in corso”. Vivi nel presente. Impara a sperimentare e ad apprezzare più pienamente il presente mentre crei volontariamente, con la mente, il tuo futuro migliore. Non puoi modificare il passato. Ma puoi archiviarlo per evitare che diventi il modello per il tuo futuro. Per fare spazio a un grande futuro devi lasciar andare il passato, imparare quello che ti può insegnare, fare le scelte migliori che puoi nel momento presente continuando senza sosta a immaginare il tuo futuro come desideri che sia.

Quando cominci a superare il tuo passato, cominci a diventare più consapevole del presente e questo ti permette di fermarti più spesso a godere, ad esempio, del profumo delle rose. Non dimenticare che lamentarsi di qualcosa che odiamo rende emotivamente potenti le immagini mentali di quella cosa, cioè le immagini che inviamo all’inconscio collettivo come se gli inviassimo un modulo d’ordine firmato dalla nostra anima. Questo, ovviamente, non fa che creare nel tuo futuro proprio quello che più detesti. L’osservazione è manifestazione. Quindi, fai del tuo meglio per ignorare tutto quello che non ti piace (con la pratica, ti risulterà sempre più facile). Ti accorgerai che, ignorando le cose negative, si dissolveranno e passeranno in secondo piano. Lamentarsi è come toccare in continuazione una ferita, che così non guarisce mai o addirittura potrebbe infettarsi. Quando esprimi apprezzamento e gratitudine per le cose buone che hai, stai fantasticando su cose simili per il futuro. Perciò, conta tutte le tue benedizioni, spesso, per quanto piccole siano. E dedica tempo a sentire e ad esprimere gratitudine e apprezzamento anche per le benedizioni degli altri. Questo trasmette una programmazione positiva, mostrando loro quel che c’è di buono in loro o le cose positive che hanno realizzato e incoraggiandoli ad apprezzarle. E poi, crea un buon legame tra voi.

Sii presente nel momento. Termina un compito prima di iniziarne un altro. Previeni lo stress triplicando la quantità di tempo che valuti necessario per adempiere ai tuoi obblighi. Richiama alla mente solo i ricordi che ti fanno sentire bene. Non immaginarti come una vittima o un perdente e non accettare auto-immagini mentali negative senza istantaneamente impiegare qualche secondo per cancellarle. Installa un allarme immaginario nella tua mente, che suona quando un’immagine negativa arriva sul tuo schermo mentale e attiva automaticamente il tuo pennello immaginario. Modificando le immagini negative ti sentirai man mano sempre più libero da loro. E la libertà è potere. Se vuoi sentirti meglio, elimina le tue immagini mentali negative.

Mettendo in pratica queste conoscenze comincerai a soffermarti mentalmente su cose più positive, e questo farà sì che si materializzino. Se un pensiero non ti piace, annullalo e poi soffermati su qualcosa di meglio. Puoi scegliere cosa pensare. Ciò che vedi con l’occhio della mente è quello che otterrai. Perciò, se ciò che vedi è quello che otterrai, guarda ciò che è meglio! Modifica le tue fantasticherie ininterrottamente, tutti i giorni. Prendi l’abitudine. Cerca il bene intorno a te e negli altri e anche nell’ambiente, e apprezzane ogni parte. Perdona te stesso e potrai amare te stesso più pienamente, così che anche gli altri possano perdonarti e amarti. L’universo è infinitamente abbondante. È in grado di fornire tutto ciò di cui ognuno ha bisogno e tutto ciò che ognuno desidera. Quindi, sappi che tu hai il diritto di avere tutto ciò di cui hai bisogno e tutto ciò che desideri. Hai il diritto di essere felice. Lascia andare il vecchio per fare spazio al nuovo. Concentrati sempre più su ciò che desideri e sempre meno sulle realtà negative attuali o le calamità del passato.

Renditi conto che la mediocrità attacca sempre l’eccellenza. Rovescia la polarità della gelosia degli altri elogiando le loro realizzazioni e quelle di tutti coloro che ti circondano. Così sarai anche più idoneo a realizzare imprese e ricevere elogi per i risultati raggiunti E perdona la gelosia degli altri, immaginando invece che ti facciano i complimenti. Rifiuta di credere al male negli altri. Sostituiscilo mentalmente con il bene, aiutandoli così a diventare migliori. Questa non è una cerimonia mistica. Succede tutto il giorno nella tua mente. Solo che finora non hai applicato nessuna disciplina. Ma ora sai come autodisciplinare la tua immaginazione.

Quando si verifica una crisi, chiediti che lezione sta cercando di insegnarti. Poi impara quella lezione per mettere fine a quella crisi.

Proietta mentalmente amore a te stesso e a coloro che ti circondano. (Prova a farlo durante un ingorgo di traffico e vedrai che la gente smette di cercare di passare per prima). Offri valore e servizio al mondo per ricevere valore e servizio per te stesso. Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo. Non dimenticare di affermare ogni giorno il tuo amore per te stesso e il tuo perdono per le tue imperfezioni, fragilità umane ed errori, in modo da liberare te stesso dal tuo passato per accelerare la manifestazione del tuo futuro. Sviluppa l’atteggiamento di cercare di essere sempre il miglior te stesso che puoi. Non entrare in concorrenza con gli altri. Questo può solo farti diventare una brutta copia di quello che ritieni gli altri siano. Non è altro che pessima telemetria. Misurati soltanto rispetto ai tuoi risultati personali. Questo ti farà diventare un originale migliore. I banchieri criminali (i sionisti Khazariani, i nazisti, i mostri cosiddetti Illuminati, i nostri unici nemici dichiarati, i leader del mondo) prosperano sul caos, sul dolore, la sofferenza e la morte che provocano. Cercano di perpetuare e perfezionare il loro piano per tenerci all’oscuro di questa conoscenza e usare il nostro potere (noi stessi) contro di noi.

Per imparare a creare le immagini mentali

Crea le immagini mentali (programmi) degli eventi futuri che desideri come se tu fossi presente in quel momento futuro e potessi vedere con i tuoi occhi l’evento che si verifica davanti a te. Se hai difficoltà a immaginare qualcosa, pensa a un momento in cui guardavi fuori dalla finestra in un ambiente freddo, fantasticando di essere in un paradiso tropicale. Entra in quello stato mentale e immagina la tua fantasticheria. Non è necessario essere in trance, non è necessaria nessuna cerimonia. Si tratta semplicemente di fantasticare a occhi aperti, mentre guidi o passeggi o svolgi un’attività noiosa. Ricorda di non essere troppo specifico nel creare la fantasticheria. Più dettagli aggiungi, più corde dovranno essere gettate in giro per il tuo mondo per poterla manifestare e trasformarla in realtà. Fai in modo che per il campo quantico il tuo ordine mentale sia facile da eseguire. Fai in modo che i tuoi ordini-fantasticheria siano brevi e indimenticabili, così che sia facile ripeterli: solo qualche secondo. E poi ripetili il più spesso possibile, fino a quando non si manifestano.

Ma stai attento a quello che immagini perché, se lo immagini abbastanza spesso, lo otterrai. E potrebbe non piacerti quando si verificherà, perché la realtà del tuo fantasticare potrebbe essere complicata da conseguenze negative impreviste. È per questo che è meglio immaginare un risultato o un effetto inevitabile della realtà che desideri, un risultato che necessariamente dovrebbe verificarsi per consentire quella realtà, anziché immaginare l’evento specifico. Questo offre all’inconscio collettivo più possibilità tramite le quali può orchestrare l’evento e quindi manifestare più velocemente la tua realtà. E potrebbe addirittura ideare un evento migliore di quello che avevi programmato tu, con la tua limitata mente cosciente.

Un esempio di questo potrebbe essere una strategia per ottenere un’occupazione più piacevole e remunerativa. Potresti per esempio immaginare che ti piacerebbe essere un gioielliere, e programmare incessantemente quella realtà. Misteriosamente, in qualche modo arrivi a esercitare quella professione e scopri che non piace affatto. Ecco il problema. Tu non sai tutto quello che comporta ogni occupazione sulla Terra. Tu sei il tuo critico più severo. Dal punto di vista cosciente, conosci te stesso meno di tutti. Non sai quali sono i tuoi talenti nascosti e nemmeno le fobie nascoste. E non sai se le persone con cui ti troverai a lavorare sono compatibili con te. Perciò, consciamente, per te sarebbe quasi impossibile determinare quale sia il lavoro migliore per te. Il tuo inconscio ha accesso a tutte queste conoscenze. Perciò, non programmare di svolgere un lavoro specifico. Immagina piuttosto gli effetti che deriverebbero dal fare un lavoro che ti piace.

Per esempio, puoi immaginare che la sveglia suona e tu ti svegli di ottimo umore e contento delle opportunità della giornata. Immagina di fermare la sveglia con un gesto garbato, invece di buttarla giù dal comodino e farla andare in pezzi, come può capitare quando uno odia il suo lavoro. Immagina che ti alzi dal letto volentieri, perfettamente riposato, contento, pieno d’energia e che non vedi l’ora di cominciare a lavorare. Questo permette all’onnipresente inconscio collettivo di farti trovare l’occupazione più adatta a renderti felice, il lavoro più idoneo per te e per le capacità, i limiti, le inclinazioni, le esigenze, le simpatie, le antipatie, le stranezze, le preferenze e i talenti che ti contraddistinguono. E può anche succedere che si tratti di una professione che non hai mai nemmeno preso in considerazione.

Immagina di dirigerti al posto di guida della tua auto nuova, mentre guardi a occhi socchiusi il riverbero della sua vernice nuova, mentre respiri il suo odore di nuovo, con un gran sorriso, immagina senza sosta. Perché si verifichi la realtà dell’auto nuova, probabilmente dovrai aver trovato un ottimo lavoro o ricevuto un bel po’ di soldi.

Ecco altri tre esempi per fantasticare sull’effetto di un evento futuro che desideri, piuttosto che sull’evento reale.

Non immaginare di essere in coppia con una persona specifica, perché quella persona potrebbe essere totalmente sbagliata per te, e quindi renderti infelice, o anche peggio. Non sprecare il tuo tempo. È troppo prezioso e troppo limitato. Quello che realmente desideri è qualcuno che ti faccia sentire euforico, una persona la cui compagnia ti sia completamente gradita, qualcuno che condivida le tue simpatie e le tue antipatie, qualcuno insieme a cui ti faccia piacere mostrarti in pubblico. Fai in modo che creare questa realtà sia facile per l’inconscio collettivo, limitando gli ingredienti della fantasticheria. Immagina di passeggiare senza fretta in un luogo pubblico con il braccio intorno a qualcuno, immagina risate e voci insieme al tintinnio delle stoviglie, immaginati mentre sollevi la testa, gli occhi chiusi, la bocca aperta e ridi allegramente in risposta a un’osservazione spiritosa, o mentre provi un attimo di commozione pensando al tuo amore, con una sensazione di sollievo e di gratitudine nel sapere che la persona che con cui cammini mano nella mano è il partner più compatibile che tu abbia mai avuto. Questa tua fantasticheria non prevede nemmeno un’immagine di questo amante non ancora trovato. Richiede solo due o tre secondi e lascia tutte le decisioni all’inconscio collettivo. Non importa chi sia questa persona, l’unica cosa importante è che ti fa sentire così.

Oppure, immagina un afflusso di denaro, del quale hai molto bisogno: immagina di entrare in banca tutto contento, senza alcuna preoccupazione, oppure immagina semplicemente di prendere in mano con orgoglio il tuo portafoglio, tutto contento di depositare il denaro nel tuo conto, oppure di incassare un assegno o pagare una fattura, euforico al pensiero della tua nuova prosperità. È solo un’immagine di te, mentre guardi i tuoi piedi che entrano in banca o cammini tranquillamente, mentre provi emozioni di gioia collegate alla tua immagine di questa esperienza. Bastano pochi secondi.

Per darti una temporanea immortalità, evitando al contempo la perdita di uno dei tuoi arti durante la tua lunga vita, di tanto in tanto immaginati seduto su un dondolo mentre guardi le tue mani invecchiate, gracili, rugose, appoggiate sul tuo grembo. Senti il sole caldo che risplende su di te mentre guardi un bellissimo paesaggio. Senti la pressione delle tue mani sopra le cosce, mentre con i piedi continui a spingere il dondolo avanti e indietro. E sperimenta la soddisfazione di aver avuto una vita piena e gratificante. Ripeti questa fantasticheria abbastanza spesso e ti renderà immortale fino a quando non arriva quel giorno a rendere la tua vita gratificante. Con questa tecnica, sono sopravvissuto a molte circostanze che avrebbero dovuto uccidermi. Alcune si sono verificate in paesi del terzo mondo.

È necessario ripetere spesso queste immagini per garantire che si realizzino. E coloro che non immaginano il loro futuro (o per i quali nessun altro immagina un futuro) potrebbero non avere alcun futuro. Essi sono idonei a diventare statistiche, a morire dei tanti orrori che tutti noi immaginiamo possano uccidere comunque molte persone nella nostra zona in un dato lasso di tempo. Perciò, per proteggere le persone che ami, immaginale spesso in un tempo lontano, felici e sane. E immagina che nella zona in cui vivi cessino le morti premature, per qualsiasi causa avvengano.

Come influenziamo reciprocamente le nostre vite:

Le immagini che abbiamo degli altri influenzano le loro vite quanto le immagini che essi hanno di se stessi e del loro futuro, a volte anche di più. Come detto in precedenza, l’inconscio collettivo funziona democraticamente. Le persone che ti conoscono possono involontariamente tenerti intrappolato nel tuo passato, restando sempre chi sei stato, anche se tu utilizzi al massimo le informazioni che stai leggendo. Come detto in precedenza, l’inconscio collettivo (la fonte primaria di ogni cosa) non qualifica le nostre immagini. Si limita a quantificarle. E le immagini di ciascuno contano in ugual misura per ciò che diventa reale nel futuro. Quindi, se hai molti amici che pensano continuamente a te, evocando le immagini di chi eri l’ultima volta che ti hanno visto, potresti continuare accanitamente a immaginarti come quello che vuoi diventare, ma inutilmente.

In alcune discipline mistiche si insegna agli adepti a fuggire la loro storia personale, per sfuggire all’immaginario sociale che sarebbe in conflitto con il loro nuovo percorso. Uno straniero in terra straniera può fingere di essere chiunque. E coloro che lo straniero incontra sanno di quel forestiero solo ciò che lui racconta loro. Quindi immaginano che lo straniero sia chi dice di essere, e questo rende più facile allo straniero diventare chi vuole essere.

Ma se non si può sfuggire alla propria storia personale, è possibile fare la cosa migliore da fare. Fingere, fino a quando non succede. Dì a tutti che sai esattamente chi stai diventando. Descrivi loro la persona che stai diventando. Dì loro di aspettarsi che diventerai così molto presto. Poi, immagina costantemente te stesso come se fossi diventato quella nuova persona. I tuoi amici, vedendoti fare piccoli cambiamenti in quella direzione, iniziano a pensare: “E se diventasse questa nuova persona?” con tutte le immagini mentali che accompagnano questa supposizione. Dì loro cose che li facciano immaginare che tu ora sei così. Continua a ripetere nella tua mente le brevi scenette visive su come hai intenzione di diventare o la realtà che intendi manifestare. E fai il più rapidamente possibile ogni cambiamento che immagini di essere in grado di fare. Assicurati che tutti quelli che conosci vedano i tuoi cambiamenti.

Continua a sorridere fino alla vittoria. Se mantieni un sorriso sornione sul viso, la gente intorno a te immagina che se sorridi tanto ti saranno successe chissà quante cose positive. La felicità attrae il successo, soprattutto perché la maggior parte delle persone di successo generalmente è infelice. Perciò, se sembrerai sempre felice, indipendentemente dalle circostanze, alla fine otterrai il successo o ampi motivi per essere felice come hai finto di essere.

Il tuo futuro sembra molto familiare:

Ogni volta che gli eventi futuri che hai auto-programmato si manifestano nella tua realtà (accadono), l’inconscio collettivo ti avvisa di questo evento inducendo in te una sensazione di déjà vu. Non sta dicendo: “Sei stato qui prima.” Sta dicendo: “Ti ricordi di questo programma? Il tuo ordine è stato eseguito.” Ma questa sensazione di cosa familiare a volte può verificarsi quando l’ambiente circostante non ha niente a che vedere con il programma di fantasticheria che stai ripetendo nella tua mente. Ecco perché non è l’evento reale, ma l’indicazione di una porta che conduce alla manifestazione, e forse ti dice quale bivio della strada dovresti scegliere. Perciò, ogni volta che sei in una situazione non familiare, ma percepisci un déjà-vu, presta attenzione a tutto ciò che hai intorno per vedere se può aiutarti a capire che strada prendere. In genere, però, la sensazione di déjà-vu sopraggiunge quando sei proprio nell’evento reale che stavi programmando. E più volte hai sognato ad occhi aperti l’immagine, più forte sarà la sensazione di déja-vu quando l’evento si verifica.

Il futuro dell’umanità:

I nostri sogni collettivi definiscono il nostro futuro collettivo. Purtroppo, al momento, c’è solo una fantasticheria principale collettiva sul nostro futuro: l’incubo orribile creato dai governanti psicotici illegali, i proprietari illegittimi della nostra Terra e di tutti Noi. Essi ci odiano e davvero ci considerano come ratti. È per questo che aggiungono il fluoruro di sodio (veleno per topi) e altri veleni alle nostre forniture di acqua e ci fanno perennemente pagare tassi da usura. Purtroppo, però, conoscono i segreti della creazione. La loro orribile fantasticheria è attualmente vincente, solo perché ci hanno manipolato in modo che li aiutassimo. Dobbiamo smettere di aiutarli facendo a loro vantaggio il loro lavoro maligno, tramite le nostre fantasticherie sul loro incubo. Tracciamo un cerchio, una grossa X e gettiamole lontano.

Purtroppo per noi, ci sono tante persone che immaginano il loro piano da incubo quante ce ne sono a fantasticare in positivo, opponendosi ad esso. Abbiamo bisogno di una singola immagine collettiva del nostro futuro benefico, ecologicamente consapevole, giusto e prospero che la maggior parte di noi può accettare. Ma per raggiungere questo obiettivo dobbiamo ribaltare il nostro paradigma competitivo in uno di cooperazione globale e dare inizio a una vera democrazia per definire scientificamente la nostra vera volontà, per progettare insieme una futura fantasticheria globale che sarà universalmente accettata. E quindi dobbiamo immaginarlo più spesso di quanto abbiamo immaginato il loro incubo.

La democrazia è la massima espressione sociale della cooperazione, un metodo di governo volto a definire e realizzare senza sosta e per sempre la vera volontà del Popolo. È impossibile da realizzare nel paradigma competitivo che essi promuovono su ogni fronte. Inoltre, hanno diffamato la parola stessa “democrazia” (a meno che non venga dalle loro bocche) chiamando democrazia la loro parodia della vera democrazia. Non c’è mai stata una vera democrazia. Nella loro corsa al successo, che non è altro che una matrice di bugie, essi collaborano tra loro rafforzando le immagini del futuro che vogliono, mentre noi lottiamo per diventare i “vincitori” dei nostri biglietti personali nel loro incubo disumano. Sono riusciti a dividerci e a conquistarci. Non aiutiamoli soffermandoci con il pensiero sul loro incubo. Tracciamo un cerchio, una grossa X e gettiamolo lontano.

La nostra volontà collettiva non è mai stata espressa. È sempre stata repressa, controllata, manipolata e travisata. Questa è la verità che più si affannano a nascondere: La prima volta che definiremo la nostra vera volontà collettiva perché tutti ne vengano a conoscenza, essa comincerà rapidamente a diventare realtà. Questa è la conoscenza che più paventano sia resa pubblica.

Abbiamo bisogno che la maggior parte delle persone venga a conoscenza di questi principi. Dobbiamo dare inizio a un movimento volto a una visione consolidata del nostro futuro positivo. Dobbiamo conservare nella nostra mente quest’immagine ed evocarla più spesso di qualsiasi altra visione opposta. E dobbiamo farlo il più rapidamente possibile, se vogliamo vincere la guerra dei banchieri criminali contro la Mente dell’Umanità.

Se chi legge è capace di realizzare video o conosce qualcuno che sappia farlo, fate in modo che queste conoscenze siano integrate in un video da caricare su YouTube e mostrate a tutti, così da garantire la sopravvivenza e la prosperità ai nostri posteri.

Fantasticherie deliziose! Scegliete le immagini con molta cura. Ora sapete che c’è qualcosa che potete fare contro ciò che non vi piace. Non potrete mai più dire “E io che cosa posso farci?”

L’autore:

Alan D. (Al) Smith è Fondatore e direttore del sito http://www.MajorityVoice.org~ Il primo e unico sistema locale/globale di vera democrazia. Per maggior informazioni scrivere a: al.smith@majorityvoice.org.

Il presente articolo è offerto in base alla licenza Creative Commons. La sua ripubblicazione è consentita ovunque, a condizione di citare la fonte e mantenere intatti tutti i link.

Fonte

Traduzione a cura di:

Donatella Semproni


Traduzioni giuridiche e finanziarie
Inglese-Italiano, Francese-Italiano

http://semproni.webs.comLegal & FInancial translations


English-Italian; French-Italian
Website: http://dsemproni.webs.com

http://www.manipurastudio.it/in-che-modo-creiamo-la-nostra-realta-da-leggere-assolutamente/

venerdì 8 aprile 2016

BRUCIA LE NAVI


Oggi voglio raccontarvi una storia.
Nel febbraio del 1519,  il condottiero spagnolo Hernan Cortes partì alla volta dell’America Centrale con 11 navi e 508 soldati.
Sbarcati sulla costa messicana, il generale vide che i suoi avevano posizionato  le navi con la prua verso il mare in modo da essere pronti  a fuggire , nel caso in cui le cose si fossero messe male.
Durante la notte, allora, Cortes bruciò tutte le navi. I suoi, increduli, gli chiesero: capitano, e ora che cosa faremo in caso di sconfitta?
E  il generale  rispose: resta solo una possibilità… vincere e tornare a casa con le navi del nemico. In quell’occasione, Cortes conquistò l’impero azteco.

Qual è la morale? Spesso tendiamo a focalizzarci sulle vie di fuga, sulle scorciatoie e non diamo il massimo per vincere le nostre battaglie.
Nello Acampora blog
Se ti prepari alla sconfitta non puoi che perdere anche a me è successo di agire in questo modo ci si prepara a salvare il salvabile in caso di sconfitta in questo modo non stai cercando la vittoria ma di sopravvivere alla sconfitta,Credo che bisogna dare il tutto per tutto in qualsiasi situazione essere totali al cento per cento nelle relazione nel lavoro nella meditazione nella vita ...
Antar Raja

lunedì 4 aprile 2016

vincere Stress, difficoltà, tensioni e preoccupazioni usando il Buon Umore


Vuoi Imparare a Crearti Buon Umore per Vincere Stress, difficoltà, tensioni e preoccupazioni?

Perché se la tua Risposta è SI, ti svelo quali sono i 3 Elementi indispensabili per Essere di Buon Umore quando Vuoi TU, cioè che se ci sono questi 3 Elementi è impossibile non esserlo:

Consapevolezza
Energia Fisica
Atteggiamento mentale positivo produttivo



Consapevolezza 
perché se non riconosci come stai, che costi e conseguenze ha la tua situazione attuale, cioè dov’è il tuo Punto A di partenza, come fai a sapere se hai raggiunto un Punto B o se sei sempre lì, oppure stai andando indietro?

E soprattutto è proprio nel momento in cui ci rendiamo conto che così non si può andare avanti…la famosa “leva dolore”, che decidiamo di dare una svolta alla nostra vita. Ed è allora che la “leva piacere” assume un senso e ci motiva…Solo dopo aver compreso cosa ci succede quando siamo sotto stress, tensione, preoccupazione, sconforto….e le conseguenze economiche, sulla salute, nel lavoro e nelle relazioni, allora muoviamo il passo verso il Punto B.

Di conseguenza la Consapevolezza di quanto ci possa essere utile raggiungere un Punto B, ci dà la carica motivazionale e la costanza per raggiungerlo. Quando sei di Buon Umore è perché sei Consapevole di quanto non ti conviene stare di Cattivo Umore e dei benefici del Sorriso, della Risata e di crearti le condizioni per essere finalmente felice.

Gli elementi della Consapevolezza sono:

Sapere cos’è lo Stress – Costi – Conseguenze – Psicosomatica

Test dello Stress

Benefici del Buon Umore – Benefici del Sorriso – Benefici della Risata


Energia Fisica 
perché se stai male fisicamente, dolori e acciacchi vari, come fai ad essere di BuonUmore? È facile quindi comprendere quali sono gli elementi per avere Energia Fisica:

Postura – Sorriso – Respiro – Stretching – Vocalizzi – Risata

Alimentazione – Acqua – Integratori

Riposo

Atteggiamento Mentale Positivo Produttivo 
perché come fai ad essere di BuonUmore stando focalizzata/o sulle cose che non vanno, gli aspetti negativi, oppure se continuamente ti “massacri” senza un minimo di autostima? Per avere un atteggiamento mentale positivo ti occorrono questi elementi:

Saper porti Domande Guida che spostano il tuo Focus Percettivo e dei tuoi Pensieri

Saper usare un Linguaggio Positivo con il Dialogo Interiore e la Comunicazione Esterna efficace

Avere una Focalizzazione Robusta sulle Soluzioni e quindi gli aspetti positivi per risolvere i problemi

Provare Gratitudine per se stessi e poi verso gli altri e per il bello che ci circonda

Saper Comprendere e Perdonare

Avere Fiducia in se stessi e lassù (indipendentemente dalla religione) pregare e chiedere aiuto con fiducia


Se ci pensi bene, se manca uno di questi elementi è impossibile essere sempre di buon umore, ma soprattutto nei momenti critici…se non hai fiducia in te, ad esempio? Come fai a superare le difficoltà se serbi ancora Rancori, Rabbia verso di te o verso il mondo esterno? Se non ti consideri e quindi non sei Grata/o a te per quello che fai e hai fatto fin da bambina/o ad oggi, come fai ad ottenere Serenità e Felicità?


QUANDO DICI E' DIFFICILE ...

Quando tutto ti sembra un fallimento, ricorda che....

sabato 2 aprile 2016

Divenire i Condottieri della Propria Vita con SALVATORE BRIZZI


Descrizione di Leadership Spirituale. Divenire i Condottieri della Propria Vita con SALVATORE BRIZZI

Questo seminario si rivolge in maniera mirata a chi svolge professioni che implicano diversi gradi di responsabilità. Si va quindi dall'imprenditore all'insegnante scolastico, dal team-leader al terapeuta.
Lo scopo del seminario è fornire una nuova chiave di lettura che porti il partecipante a capovolgere la sua consueta visione dell'Universo: il mondo non esiste come un fenomeno oggettivo al di fuori della nostra coscienza, ma è in tutto e per tutto un'immagine prodotta dal nostro cervello.

"L'esterno è interno. Credere nel contrario è la radice della follia".
"La nuova concezione dell'Universo dice che le persone non sono oggetti separati da noi, ma si trovano invece al nostro interno, dentro la nostra coscienza, la quale non è limitata dai confini del mondo fisico. Il nuovo paradigma dice che il mondo è fabbricato dal nostro cervello ed è pertanto il prolungamento esterno di ciò che noi siamo interiormente".

"Non esiste più un mondo là fuori slegato da ciò che siamo".

"Più penetriamo all'interno e più acquisiamo potere sull'esterno".


Se sei un imprenditore, sappi che i tuoi dipendenti sono parti di te che non hai ancora integrato nella tua psiche.
Se sei un terapeuta, sappi che i tuoi pazienti sono parti di te i cui mali sono anche i tuoi mali, e se prima non guarisci te stesso non puoi guarire nemmeno loro.
Se sei un insegnante, sappi che i tuoi allievi sovente rappresentano le parti di te che non vogliono accettare ciò che tu stai cercando di trasmettere loro.

La conseguenza di questo nuovo paradigma è che tu sei l'unico vero responsabile di tutto quanto accade nella tua vita. Tu puoi allora divenire il Re, il Reggitore del tuo Regno, unLeader Spirituale.
Se riesci a modificare anche solo un particolare dentro la tua psiche, il mondo sarà costretto a rispondere prontamente.
Il mondo è il tuo servo, non viceversa.
Il mondo non è cattivo, è solo la tua docile ombra, ma tu credi abbia vita propria... questo è il grande inganno, ne hai fatto un idolo da temere.

"Ogni evento che accade nell'Universo non è più vuoto di significato come abbiamo creduto fino ad oggi, ma diviene portatore di un senso".

"Le circostanze della vita non sono eventi esterni a te che ti accadono a caso. Le circostanze della vita di un uomo gli rivelano la sua condizione interiore, rendendo cosciente ciò che di norma è subconscio. Gli altri ti offrono un servizio di vitale importanza: incarnano le tue ombre".

"Se hai un problema grosso vuol dire che tu sei piccolo, non sei sufficientemente ampio da contenere il problema. Se davvero vuoi cambiare concentrati sulla dimensione tua, non sulla dimensione del problema".


L'imprenditore, l'insegnante, il terapeuta fino a oggi hanno affrontato i loro problemi con dipendenti, allievi e pazienti come se la radice di questi problemi si trovasse nelle persone che avevano di fronte e non in loro stessi. Hanno sempre cercato di aiutare l'Altro - il paziente - curando un ipotetico mondo esterno anziché curare il loro mondo interiore: l'unica origine di ogni problema e l'unica sede della soluzione.

Ma adesso siamo alle soglie di un capovolgimento epocale.


"Non continuare a sognare un sogno non tuo, non farti limitare da ciò che è razionalmente accettabile. Impara a modellare la tua stessa proiezione".
"Il destino di un uomo è deciso dalla grandezza del suo spirito... dalla Visione che vuole portare avanti".
"Trasgredisci i confini psicologici che ti sono stati imposti. Diventa non-contenibile".
"Il mondo è dentro di te e tutto ti è possibile".
"Trasforma te stesso".



Leadership Spirituale. Divenire i Condottieri della Propria Vita con SALVATORE BRIZZI
€ 122