domenica 14 gennaio 2018

POTENZIARE IL PROCESSO DI TRASFORMAZIONE

Come operare attivamente questa trasformazione? Una manovra molto efficace è quella di scrivere su un foglio il contenuto emozionale negativo (come viene proposto in appendice).
L’azione dello scrivere consente di eseguire un salto quantico nel processo di traformazione.
Scrivere permette di isolare e condensare in ambito extracorporeo (fuori da me) il magma informe e
doloroso delle memorie. Ora ho la possibilità di vedere le mie emozioni, posso acquisire una distanza visiva da questo contenuto disturbante; la manovra è completa solo se rispetta la sequenza di intenzione, azione e ripetizione. In altre parole il primo passaggio è quello di immaginare il contenuto di quanto scriverò sul foglio (intenzione). Il secondo passo è quello di scrivere sul foglio il contenuto emozionale disturbante, facendo attenzione nella chiarezza dei dettagli, come se dovessi spiegare a un estraneo il motivo del mio malessere (azione).
Per potenziare il processo di trasformazione, si disegna il simbolo della sinusoide sull’affermazione
negativa..


Il messaggio espresso sullo scritto deve essere il più chiaro possibile e non generico, come potrebbero
essere la frasi del tipo sono triste, sono preoccupata, sono angosciata. Debbo confrontarmi con il vero nodo del conflitto per lanciare un messaggio coerente:
sono triste, perché Mario mi ha lasciata senza preavviso per mettersi con Antonella.
Bisogna far precedere lo scritto con la data precisa in cui viene redatto (datazione del messaggio), in modo da localizzare nella dimensione del Tempo il contenuto emozionale disturbante.
Scrivere a mano evitando l’uso del computer, mette in luce non soltanto la nostra personalità, ma esibisce un’informazione vibrazionale unica, perché legata al contenuto dell’affermazione negativa. Inoltre il foglio sul quale scriviamo il messaggio, deve essere bianco e intonso (privo di intestazioni).
In ultimo, seguendo le indicazioni dello studioso Erich Koerbler, sigliamo l’affermazione con il segno
grafico della sinusoide, che accellera il processo di conversione del segnale (da negativo a positivo). 



















Il terzo e ultimo passaggio è quello relativo alla lettura quotidiana della frase fino al momento in cui si
diluisce ogni moto emozionale (ripetizione). La corretta esecuzione della magica sequenza (intenzione
> azione > ripetizione) può essere applicata non soltanto nel caso di affermazioni negative, ma anche quando si desideri realizzare un programma o un progetto che ci sta a cuore (applicando il segno Y).


Il segno Y viene utilizzato come segno di rinforzo positivo. In natura troviamo questa forma nella
struttura tridimensionale delle immunoglobuline, nella biforcazione degli alberi e dei corsi d’acqua,
nella ramificazione delle corna nei mammiferi.
questo segno viene disegnato direttamente sulla frase a carattere positivo per rinforzane la potenza del messaggio (segno di rinforzo delle affermazioni positive).



Segni e Simboli di Guarigione Emotiva (eBook) 

Segni e Simboli di Guarigione Emotiva (eBook)

Vincenzo Di Spazio

Compralo su il Giardino dei Libri


La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

martedì 9 gennaio 2018

Nel mio cervello si è impostato un programma di auto-sviluppo

(giorno 22) DICHIARAZIONE DELL’INTENZIONE

-Per gestire efficacemente la realtà, è necessario controllare i propri pensieri, e non lasciare che siano dei flussi casuali. All’inizio questo è un po’ stressante, ma poi diventa un’abitudine. Agire senza sforzi eccessivi, sarà come nuotare attraverso in una specie di mousse amorfa, un campo energetico gelatinoso su cui slitterà la nostra vita quotidiana…
Imparate a dichiarare giornalmente la vostra intenzione – focalizzatevi su qualche obiettivo in modo da non lasciare la mente vagare a zonzo nelle fantasie più disparate…
Tenere la mente a bada e dichiarare il proprio intento non significa che non potete piu’ rilassarvi. Lasciate pure andare la vostra mente e il flusso dei pensieri, ma fatelo INTEZIONALMENTE secondo il principio: ” se la mia mente sta vagando, è solo perché le ho dato permesso…
Allo stesso modo posso tornare INTENZIONALMENTE allo stato di concentrazione, se è necessario.”
Di norma, il “frulla-pensieri” funziona da se. Le idee nascono e si spengono senza nessun controllo, i pensieri saltano da un tema ad altro. Che senso ha tutto ciò se prima non avete dato un senso, una direzione precisa al vostro navigatore personale, la coscienza…?
Se volete FORMARE la vostra realtà, allora imparate innanzitutto a dichiarare durante il giorno le vostre forme-pensiero – cioè gli obiettivi che intendete a raggiungere, i piccoli passi o le azioni che desiderate compiere. ( l’obiettivo principale dev’essere SEMPRE sullo sfondo della vostra quotidianità, del vostro “Essere”, costantemente, come background, come colonna sonora del vostro agire). Potete creare diverse forme-pensiero e dichiararle (anche mentalmente) diverse volte al giorno, per esempio, dopo pranzo, dopo una doccia o mentre fate ginnastica.
Siate fiduciosi e mentre dichiarate / pensate ai vostri obiettivi-desideri, immaginate, che SARà TUTTO REALIZZATO!

Zeland raccomanda di dichiarare ogni mattina un proposito come il seguente:

""Nel mio cervello si è impostato un programma di auto-sviluppo. Il mio cervello si sviluppa e migliora di giorno in giorno. Si stanno creando nuove comunicazioni tra gli emisferi. Entrambi gli emisferi lavorano in modo accurato, armoniosamente e sincronicamente.
Mi vengono Brillanti idee. Penso in maniera creativa ed originale. Le mie riserve mentali sono state attivate ed ora più del 90% delle mie potenzialità mentali sono attive. La mia intelligenza diviene ogni giorno più potente, così posso risolvere facilmente qualsiasi problema.
La mia coscienza è chiara e cristallina - Tutto mi è trasparente e semplice.
Comprendo chiaramente qualunque cosa e dichiaro con lucidità questa mia nuova consapevolezza"

Create dichiarazioni simili a questa per tutti i vostri obiettivi e non dimenticate mai di ripeterle ogni giorno! :)

VZ


La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

Transurfing in 78 Giorni
Corso pratico per gestire la tua Realtà
Voto medio su 10 recensioni: Da non perdere

domenica 7 gennaio 2018

ZERO LIMITI

Ogni mattina, ogni sera e in ogni momento in cui
qualcosa del reparto mi veniva in mente, ripulivo qualsiasi
cosa stesse accadendo in me.
Grazie.
Ti amo.
Pace dell'io
Ihaleakala
Mi piacque molto questa ulteriore chiarificazione. Rivelava
l'umiltà del dottor Hew Len e spiegava quello che aveva fatto e non fatto mentre e ra all'ospedale.
Gli risposi chiedendo il suo permesso di includere l'email qui nel libro, per co ndividerla con voi. Mi rispose con
una sola parola, quella che speravo scrivesse: "Sì".
Non avevo ancora finito di imparare da quell'uomo incredibile. Decidemmo che avr emmo iniziato a condurre insieme
dei seminari e che saremmo stati coautori di questo libro.
Ma almeno conoscevo la storia completa di come era riuscito a curare un intero r eparto di criminali malati di mente.
Lo aveva fatto come fa qualsiasi cosa: lavorando su se stesso.
E lavora su se stesso con due semplici parole: "Ti amo".
Questo, naturalmente, è lo stesso metodo che voi e io
possiamo usare. Se dovessi riassumere in poche frasi il metodo moderno di Identi tà del Sé attraverso Ho'oponopono
che insegna il dottor Hew Len, direi:

1. Ripulite continuamente.
2. Agite in base a idee e opportunità che sorgono nel
cammino.
3. Ripulite continuamente.
È tutto. Può essere la creazione della strada più breve verso il
successo. Può essere la via della minore resistenza. Può essere
il cammino più diretto verso il livello zero. E tutto inizia e
finisce con una magica frase: "Ti amo".
Questo è il modo per entrare nell'area di zero limiti.
E sì, vi amo.
Epilogo
I TRE STADI DEL RISVEGLIO
Qui sulla Terra il mio lavoro è duplice.
Il primo è fare ammenda. Il secondo è
risvegliare la gente che potrebbe essere
addormentata. Quasi tutti sono addormentati! Il solo modo per risvegliarli è
lavorare su me stesso.
- DOTTOR IHALEAKALA HEW LEN
L'altro giorno un giornalista mi ha chiesto: "Dove si vede
da qui a un anno?".
In passato gli avrei dato un sincero resoconto di quello
che speravo di raggiungere. Avrei parlato dei miei piani, dei
miei obiettivi e delle mie intenzioni. Gli avrei detto dei libri
che volevo scrivere o di cose che volevo essere, fare, creare o
comprare. Ma a causa di tutto il lavoro che ho fatto con il
dottor Hew Len, non stabilisco più obiettivi e intenzioni e
non faccio più progetti per il futuro. Quindi ho risposto
con la verità di quel momento: "Ovunque sarò, sarà molto
meglio di quanto io possa immaginare adesso".
Quella risposta è più profonda di quanto possiate notare
in un primo momento. È venuta dall'ispirazione. La risposta mi ha sorpreso mentre la dicevo. Rivela anche dov'è la
mia mente in questi giorni: sono più interessato a questo
momento che al prossimo. Se do attenzione a questo momento, tutti quelli futuri
si svolgeranno davvero bene. Come
dissi una volta al dottor Hew Len: "La mia intenzione in
questi giorni è di onorare l'intenzione del Divino".
Pochi minuti fa ho girato la domanda del giornalista e la
mia risposta a un amico. Gli è piaciuta. Sta facendo ho'oponopono con me da qualch e mese e può capire la verità finale: quando lasciate andare il vostro ego e i suoi desideri, permettete a qualcosa di migliore, il Divino, di guidarvi.
Questo nuovo essere che sono, questa nuova comprensione, sono parte della mia intensità, della mia energia. 

Non è successo in una notte, naturalmente. Ma dicendo "ti amo"
e altre frasi sono stato condotto a una maggiore consapevolezza, ciò che qualcuno potrebbe chiamare un risveglio, o
addirittura illuminazione. Sono riuscito a capire che esistono almeno tre stadi
di questo risveglio e che sono quasi una mappa del viaggio spirituale della vita
. Essi sono:
1. Siete una vittima. Praticamente siamo nati tutti con
una sensazione di impotenza. La maggior parte di noi
resta con quell'idea. Pensiamo che il mondo sia lì pronto a catturarci: il governo
, i vicini, la società, i cattivi
in qualsiasi forma si manifestino. Non sentiamo di
avere alcuna influenza. Siamo l'effetto causato dal resto del mondo. Ci lagniamo
, ci lamentiamo, protestiamo e ci uniamo in gruppi per lottare contro chi è respon sabile di noi. A parte qualche festa di tanto in
tanto, la vita, in generale, è una noia.
2. Avete le cose sotto controllo. A un certo punto vedete un film come The Secre
t che vi cambia la vita, o
leggete un libro come Attractor Factor o The Magic of
Believing e vi rendete conto del vostro potere. Capite
il potere di definire delle intenzioni. Capite il potere
che avete di visualizzare ciò che volete, di agire e di
raggiungerlo. Iniziate a sperimentare un po' di magia
e qualche bel risultato. La vita, in generale, inizia a
sembrare davvero bella.
3. Vi risvegliate. A un certo punto, dopo lo stadio due,
iniziate a capire che le vostre intenzioni sono limitazioni. Iniziate a capire c
he con tutto il potere che avete scoperto non siete ancora in grado di controlla
re
tutto. Iniziate a comprendere che, quando vi arrendete a un potere superiore, i miracoli tendono ad accadere. Iniziate a lasciare andare e ad avere fede. Inizia
te a esercitare, momento dopo momento, una consapevolezza della vostra connessio ne con il Divino.
Imparate a riconoscere l'ispirazione quando vi arriva,
e ad agire in base a essa. Capite che potete scegliere
ma non potete controllare la vostra vita. Capite che la
miglior cosa da fare è essere in armonia con ogni
momento. A questo stadio, i miracoli accadono, e vi
meravigliano continuamente. Vivete, in generale, in un costante stato di stupore, meraviglia e gratitudine.

Sono entrato in questo terzo stadio, per ora, e forse anche
voi. Poiché siete venuti con me in questo viaggio, lasciatemi
spiegarvi ancora il mio risveglio. Può aiutare a prepararvi
per quello che sperimenterete presto, o a capire meglio quello che state già viven do.
Nel primo seminario che feci con il dottor Hew Len mi
potei affacciare sul Divino. Durante quei primi giorni con
lui fermai il mio brusio mentale. Accettai tutto. C'era pace
dietro la comprensione. L'amore era il mio mantra. Era la
canzone che suonava sempre nel mio cervello.
Ma lo sguardo sul Divino non si fermò lì.
Ogniqualvolta fossi in presenza del dottor Hew Len sentivo pace. Sono sicuro che

era l'effetto diapason. Il suo tono
influenzava il mio. Mi portava nell'armonia con la pace.
Nel secondo seminario iniziai ad avere ciò che qualcuno
chiamerebbe flash psichici. Vedevo le aure. Vedevo angeli
attorno alle persone. Ricevetti delle immagini. Ricordo ancora di aver visto gat
ti invisibili attorno al collo di Nerissa.
Quando glielo dissi, lei sorrise. Che l'immagine fosse reale o
meno, sicuramente alterò il suo umore. Era raggiante.
Il dottor Hew Len vede spesso punti di domanda che
fluttuano sulla testa delle persone: gli indicano chi interrogare durante un eve
nto. Quando vede simboli o esseri invisibili sa di sembrare folle. "Gli psichiat
ri", aggiunge, "rinchiuderebbero chiunque dicesse cose del genere".
Ha ragione, naturalmente, ma quando avviene un risveglio, non si guarda indietro . Nel mio primo corso "Oltre la
Manifestazione", lessi i campi energetici di alcune persone.
Erano tutti sbalorditi. Non posso dire che sia stato un regalo
più di quanto sia stato un'apertura. Una parte del mio cervello precedentemente in utilizzata si accese. Ora i miei occhi vedono, se li lascio fare. Dissi al dotto
r Hew Len: "Tutto
sembra che mi parli. Tutto sembra vivo". Sorrise con aria
d'intesa.
Nel periodo del mio secondo corso "Oltre la Manifestazione" ebbi un'altra esperi enza di satori. Satori è un lampo
di illuminazione, un assaggio del Divino. È come se una
finestra si aprisse e per un attimo vi fondeste con la sorgente
della vita. È difficile da spiegare come descrivere un fiore da
un altro pianeta. Ma vedere che potevo sparire e sperimentare lo stato di zero l imiti mi trasformò. Quell'esperienza è una pietra miliare per me. Posso richiamarla e tornarci. Su
un livello, questo è meraviglioso perché è il mio biglietto di
ritorno alla beatitudine, ma su un altro livello, è solo un
altro ricordo che mi trattiene dallo sperimentare questo istante. Tutto quello c
he posso fare è continuare a ripulire.
A volte, quando sono in riunione, mi rilasso, deconcentro gli occhi e sono in gr ado di vedere la verità dietro una
situazione. È come se il tempo si fermasse o almeno rallentasse. Quello che poi pe rcepisco è l'arazzo sottostante alla vita. È un po' come grattare via la parte super ficiale di un
dipinto e scoprire sotto di esso un capolavoro. Chiamatela
come volete, visione psichica, visione a raggi x o visione divina. Io direi che
"Joe Vitale" (e anche "Ao Akua") sparisce nel livello zero o che i miei occhi lo
percepiscono. Ci sono zero limiti. C'è soltanto l'essere. In quel luogo non c'è confusione. Tutto è chiarezza.
Non vivo in quello stato. Torno ancora alla cosiddetta
realtà. Ho ancora delle sfide. Quando Larry King mi chiese
se avessi dei giorni storti, risposi di sì. Li ho ancora. Il dottor
Hew Len ha detto che avremo sempre dei problemi. Ma
ho'oponopono è una tecnica per risolverli. Finché ripeto "ti
amo" al Divino e continuo a ripulire, ritorno al luogo di
zero limiti.
Il segnale che viene dallo zero, se cerchiamo di metterlo
in parole, è "amore". Quindi dire senza posa "ti amo" ci aiuta a sintonizzarci. Ri peterlo aiuta a neutralizzare i ricordi, i programmi, le convinzioni e le limita
zioni che intralciano la
strada del vostro risveglio. Mentre continuo a ripulire, continuo a sintonizzarm
i con la pura ispirazione. Mentre agisco in base a quell'ispirazione, accadono m iracoli migliori di
quanto abbia mai immaginato. Tutto ciò che devo fare è
non mollare.
Certa gente crede di cogliere la voce dell'ispirazione dando attenzione al tono delle voci che sente nella testa. Un
amico una volta disse: "Conosco la differenza tra la voce del
mio ego e quella dell'ispirazione perché l'ego ha fretta e l'ispirazione è più gentile ".

Penso che questo sia fuorviante. Una voce che sembra
dura e una che sembra delicata sono sempre voci dall'ego.
Anche adesso, mentre leggete queste parole, state parlando
a voi stessi. State mettendo in discussione quello che state
leggendo. Siete arrivati a identificarvi con quella voce e a
pensare che siete voi. No, non lo è. La Divinità e l'ispirazione stanno dietro quell
e voci. Continuando a praticare ho'oponopono, avrete sempre più chiarezza su cosa sia veramente
l'ispirazione e cosa non lo sia.
Come ci ricorda sempre il dottor Hew Len: "Questo non
è un approccio alla guarigione come andare in un fast-food.
C'è bisogno di tempo".
Aggiungerei che il risveglio può accadere in qualsiasi
momento. Anche mentre leggete questo libro. O passeggiando. O accarezzando un ca ne. La situazione non conta. Conta il vostro stato interiore. E tutto inizia e f
inisce con una
bellissima frase:
Ti amo .
Appendice A
I principi di base di Zero Limits
La Pace per sempre, ora ed eternamente.
Ka Maluhia no na wa a pau, ke'ia wa
a mau a mau loa aku.

1. Non avete idea di cosa stia succedendo.
È impossibile essere consapevoli di tutto ciò che accade
dentro e attorno a voi, consciamente e inconsciamente.
Il vostro corpo e la vostra mente si regolano da soli anche
adesso, senza che voi ne siate consapevoli. Nell'aria ci
sono numerosi segnali invisibili, dalle onde radio a forme-pensiero di cui non a
vete affatto una percezione cosciente. Siete davvero i co-creatori della vostra
realtà anche adesso, ma sta accadendo inconsciamente, senza una
conoscenza o un controllo cosciente. Ecco perché potete
avere tutti i pensieri positivi che volete, ma essere ancora
al verde. La vostra mente conscia non è il creatore.

2. Non avete il controllo su tutto.
Ovviamente, se non sapete tutto ciò che sta accadendo,
non potete nemmeno controllarlo. È una fantasia dell'ego credere che voi possiate spingere il mondo a fare le
cose al posto vostro. Poiché il vostro ego non può vedere
molto di ciò che accade nel mondo in questo momento,
non è saggio lasciare decidere a lui cosa sia meglio per
voi. Potete scegliere, ma non avete il controllo. Potete
usare la vostra mente conscia per iniziare a scegliere quello che preferite vive re, ma dovete essere distaccati dalla possibilità di viverlo o meno, dal come e dal quando. Il segreto è arrendersi.

3. Potete curare qualsiasi cosa vi capiti.
Qualsiasi cosa appaia nella vostra vita, non importa come
sia arrivata, è pronta per essere curata, semplicemente
perché adesso è dentro al vostro radar. L'idea è che ciò
che si sente si può guarire. Se lo potete vedere in qualcun
altro e vi infastidisce, allora è lì pronto per essere guarito.
O, come mi è stato detto, Oprah una volta dichiarò: "Se
puoi individuarlo, è tuo". Potete non sapere perché sia
nella vostra vita o come ci sia arrivato, ma potete lasciarlo andare perché ora ne
siete consapevoli. Più curate ciò
che arriva e più sarete chiari nel manifestare ciò che vi
piace, perché starete liberando energia bloccata da usare
per altre cose.

4. Siete responsabili al 100% per tutto ciò che sperimentate.
Ciò che accade nella vostra vita non è colpa vostra ma è
vostra responsabilità. Il concetto di responsabilità personale va oltre ciò che dite,
fate e pensate. Include ciò che
gli altri dicono, fanno e pensano e che arriva nella vostra
vita. Se vi assumete la totale responsabilità di ciò che capita nella vostra vita, a
llora quando appare qualcuno con
un problema è anche un vostro problema. Questo è legato al punto 3, che stabilisce c he potete curare qualsiasi
cosa vi capiti. In breve, non potete accusare niente e nessuno per la vostra rea
ltà presente. Tutto ciò che potete
fare è prendervene la responsabilità, che significa accettarla, farla propria e amar
la. Più curate ciò che capita,
più vi sintonizzate con la sorgente.

5. Il vostro biglietto per il luogo di zero limiti dice: "Ti amo".
Il lasciapassare che vi conduce alla pace oltre ogni comprensione, dalla guarigi
one alla manifestazione, è la semplice frase "ti amo". Dirlo al Divino purifica qu
alsiasi
cosa in voi e vi permette di sperimentare il miracolo di questo momento: zero limiti. Il concetto è quello di amare
tutto. Amare il grasso in eccesso, la dipendenza, il problema con il figlio, il
vicino o il marito: amare tutto.
L'amore trasforma l'energia bloccata e la libera. Dire "ti
amo" è l'"apriti sesamo" per sperimentare il Divino.

6. L'ispirazione è più importante dell'intenzione.
L'intenzione è un gioco della mente, l'ispirazione è una
direttiva del Divino. A un certo punto vi arrenderete e
inizierete ad ascoltare, piuttosto che chiedere e aspettare.
L'intenzione è cercare di controllare la vita basandosi sulla visione limitata del l'ego, l'ispirazione è ricevere un
messaggio dal Divino e agire in base a quello. L'intenzione funziona e porta ris ultati, l'ispirazione funziona e porta miracoli. Quale preferite?
Appendice B
Come curare voi stessi (o chiunque altro)
e trovare salute, prosperità e felicità
Ecco due modi collaudati di ho'oponopono per guarire se
stessi (o chiunque altro) da qualsiasi cosa. Ricordate che
quello che vedete negli altri è anche in voi, per cui tutte le
guarigioni sono autoguarigioni. Voi e nessun altro dovete
usare questi metodi. Il mondo intero è nelle vostre mani.
Prima di tutto, questa è la preghiera che Morrnah recitava per aiutare a guarire c entinaia se non migliaia di persone.
È semplice ma potente:
Creatore divino, padre, madre e figlio in uno [...] Se io, la
mia famiglia, i miei parenti e i miei avi abbiamo offeso te,
la tua famiglia, i tuoi parenti e i tuoi avi con pensieri, parole, fatti e azion
i, dall'inizio della nostra creazione al presente, ti chiediamo perdono [...] La
scia che questo pulisca, purifichi, liberi e tolga tutti i ricordi, i blocchi, l
e energie e le vibrazioni negative e trasformi queste energie indesiderate in pu
ra luce [...] E che questo si compia.
In secondo luogo, il modo in cui al dottor Hew Len piace
curare è dire prima "mi dispiace" e "ti prego, perdonami".
Lo dite per riconoscere che qualcosa, senza sapere cosa sia, è
entrato nel vostro sistema corpo-mente. Non sapete come ci
sia arrivato e non avete bisogno di saperlo. Se siete sovrappeso, avete semplice mente preso il programma che vi fa diventare così. Dicendo "mi dispiace", rivelate al Divino che volete il perdono dentro di voi per qualsiasi cosa vi sia arrivata. Non state chiedendo al Divino di perdonarvi, state chiedendo al Divino di aiutarvi a perdona re voi stessi.
Poi dite "grazie" e "ti amo". Quando dite "grazie", esprimete gratitudine. Mostr ate la vostra fiducia nel fatto che il problema sarà risolto per il più alto bene di
tutti gli interessati. Il "ti amo" trasforma l'energia da bloccata a fluente. V i riconnette con il Divino. Poiché il livello zero è di amore
puro e ha zero limiti, arriverete a quel livello esprimendo
amore.

Cosa succede dopo dipende dal Divino. Potreste essere
ispirati ad agire in un certo modo. Qualunque cosa sia, fatelo. Se non avete le
idee chiare sull'azione da intraprendere, usate questo metodo di guarigione anch
e per la vostra confusione. Quando vi sarete purificati, saprete cosa fare.
Questa è una versione semplificata dei metodi chiave di
guarigione del moderno ho'oponopono.

La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

le regole delle specchio

Se un uomo è convinto che in questo mondo tutto il meglio sia già stato venduto, finirà davvero per trovarsi di fronte solo a ripiani vuoti; se pensa che per avere una buona merce debba fare una lunga fila e pagare caro, avverrà così sicuramente; se le sue aspettative sono pessimistiche e intrise di dubbi, esse si giustificheranno immancabilmente; se si aspetta di scontrarsi con un ambiente ostile, i suoi presentimenti si realizzeranno senz’altro. D’altra parte, però, gli basterà solo farsi pervadere dal pensiero innocente che il mondo gli ha messo da parte tutto il meglio che c’è, per constatare che anche questa posizione funziona.

Vadim Zeland le regole delle specchioLa via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

sabato 6 gennaio 2018

IL “PIANO D’AZIONE” DEI MIRACOLI

Scrivi su un foglio, in ordine d’importanza, le cose e le situazioni che desideri. Non permettere che la mente ti dia consigli. La mente e` limitata. Mira in alto e assicurati di non tralasciare niente. Correggi e riscrivi il tuo elenco fino a quando non fara` esattamente al caso tuo, ma cerca di essere sempre molto chiaro nell’indicare cio` che desideri. Usa parole precise per descrivere cio` che vuoi. Ricorda che questo sistema funziona, percio` devi scrivere quello che vuoi nella maniera piu` chiara e particolareggiata possibile. 

Ecco quello che devi fare: - Leggi la lista tre volte al giorno. Una volta appena sveglio, una volta a meta` giornata e una volta prima di andare a dormire. 

- Ogni tanto, medita sui tuoi miracoli e sappi che la Legge Universale ha ricevuto la tua ordinazione e sta per consegnarti quello che hai chiesto. 

- Mantieni il silenzio. Parlare dei miracoli dissipa enormemente l’energia. Per questo motivo, non puoi rendere partecipi gli altri dei tuoi desideri, se prima non si sono realizzati. 

- Comportati sempre come se quello che desideri si fosse gia` realizzato. - Sii pronto a cogliere i piccoli segnali che il potere ti invia per darti istruzioni sul modo di ottenere quello che vuoi. Renditi conto che la Legge Universale ti consegnera` realmente — sul piano fisico — tutto cio` che hai ordinato, perche´ noi viviamo e ci muoviamo in una dimensione fisica. Cio` che ti sta piu` a cuore potra` giungerti da qualsiasi parte, quindi non limitare in alcun modo l’orizzonte delle tue attese. Sii sempre aperto e flessibile.  

- Sorridi, e molto: il tuo primo miracolo e` in arrivo!

Stuart Wilde
La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

COME FARE ACCADERE QUELLO CHE VUOI

E` una questione di percezione e di modi di credere. La tua capacita` di operare miracoli dipende unicamente dal grado di abilita` e di rapidita` con cui tu riesci a dribblare l’inconscio collettivo. E cio` che ti frena e` unicamente il tuo attaccamento all’inconscio collettivo e ai modi di credere del mondo circostante. Questo attaccamento, che tu hai accettato dalla nascita, e` la tua sfida piu` grande. Superare la sfida e` il nostro obiettivo spirituale. Alla fine arriverai a capire che, per entrare a far parte di una consapevolezza superiore, bisogna abbandonare quello che sei adesso e fare un passo verso l’ignoto. Ecco perche´ tutti i racconti dei percorsi d’iniziazione parlano di solitudine: perche´ allontanarsi da una vecchia energia da` un senso di perdita. Ma non appena fai quel passo in avanti, la percezione comincia a espandersi gradualmente, per afferrare una tua vibrazione interiore piu` alta, e per capire che quello in cui credono gli altri e` parte della loro evoluzione, ma non e` l’unica somma possibile di tutti i fatti reali. Noi sperimentiamo la vita attraverso i cinque sensi, che sono “le finestre dell’anima”. E riteniamo che le capacita,` la portata di questi sensi, siano quelle che ci sono state insegnate. Invece, ognuno di essi ha una dimensione che e` molte volte piu` profonda di quello che si percepisce normalmente. Queste altre dimensioni ti si schiuderanno, man mano che ti avvicinerai ad esse.

Soffermiamoci un attimo sulle sensazioni. Attraverso le sensazioni si puo` entrare in altri mondi, e la chiaro-sensitivita` (una capacita` di “sentire” molto alta) e` una qualita` che si puo` sviluppare abbastanza in fretta. Non e` cos`ı acuta come la vista extrasensoriale, ma e` profonda, e attraverso di essa si entra in aree di percezione che poche persone hanno sperimentato. Tutto quello che ti circonda e` energia: il tuo corpo, i suoi vari organi, i tuoi pensieri, l’ambiente dove abitiamo, gli eventi della nostra vita, ognuno esprime un’energia. Una parte di questa energia e` percepibile attraverso i cinque sensi, ma la parte maggiore di essa si trova oltre la normale percezione. Quando ci apriamo alla forza della Legge Universale e controlliamo la mente mantenendoci “centrati” e seguendo una disciplina, diventiamo consapevoli degli aspetti piu` sottili delle energie che ci circondano. E scopriamo allora che e` possibile usare le nostre sensazioni in modo che ci servano da guida nella nostra vita quotidiana. Quando stai per affrontare una situazione, manda in avanscoperta le tue sensazioni. Come senti quella determinata cosa?

Che cosa ti sta dicendo in proposito la Legge Universale? Quale area fluisce e quale no? Dopo qualche tempo questo esercizio diventa semplice e molto attendibile. Forse non riuscirai a vedere tutte le energie sottili che ti circondano, ma, poco a poco, potrai imparare a sentirle e allora ti accorgerai che la Legge Universale ti inviera` una serie di informazioni, in una sua maniera tutta particolare, quando meno te lo aspetti. Gli avvenimenti che devono aver luogo nella tua vita accumulano energia via via che si avvicinano a te; e imparerai a percepire quell’energia settimane prima, o addirittura anni prima che si verifichino. La scienza ti dira` che non e` possibile predire il futuro, e questo e` vero per quelli che credono sia cosi; ma man mano che ti libererai da quella che e` la “percezione di massa” nel tuo mondo, percepire e addirittura vedere il futuro comincera` a diventare per te una seconda natura. Per utilizzare la Legge Universale nella maniera piu` efficace, dovresti osservarne attentamente le manifestazioni: praticamente in ogni avvenimento della tua vita. Poi esercitati a collegare ogni avvenimento ai sentimenti e agli atteggiamenti interiori che individui in te stesso. Renditi conto che quando le cose vanno bene, e` solamente perche´ hai proiettato un’immagine positiva nella Legge Universale, e la Legge ha risposto a essa. Immagina che la Legge Universale sia uno spedizioniere di una grande compagnia di vendita per corrispondenza: lui raccoglie la tua ordinazione, ma non ha la minima idea di chi tu sia. Se l’ordinazione dice “taglia XL” spedisce la taglia XL. E non gli importa se la XL e` veramente la taglia giusta per te. Si limita a soddisfare la tua richiesta. Nella vita di tutti i giorni, i tuoisentimenti, pensieri, e atteggiamentisono il tuo modulo di ordinazione. Percio, ` per decidere di cambiare la tua condizione attuale, dovrai innanzitutto essere ben sicuro di quello che vuoi dalla vita. Ai messaggi incerti la Legge Universale reagisce in modo spasmodico. Devi percio` scrivere chiaramente la tua ordinazione, ed essere pronto ad accettare quello che hai ordinato. Poniamo, per esempio, che tu voglia vincere una grossa somma di denaro, lasciare il tuo lavoro e trascorrere il resto della tua vita sdraiato al sole. Sogni questi soldi, sospiri e dici: Sarebbe bello . Ma e` davvero quello che vuoi? Una volta arrivato sulla spiaggia potresti magari scoprire che l`ı ti annoi. La tua mente avrebbe voglia di farti stare l`ı, sdraiato al sole, ma il tuo Io interiore potrebbe mormorare: Stavo meglio dov’ero, le potenzialita` erano maggiori . Creare energia per se stessi, mediante la Legge Universale, non significa soltanto desiderare qualcosa pensando: “Sarebbe bello se...”. Significa rendersi conto

che il potere e` dentro di te, e che, una volta che avrai fatto il primo passo in direzione del potere, tutto quello che creerai — tutto quello che succedera` — sara` per il bene supremo. E potra` non essere esattamente quello che tu credevi di volere: devi percio` essere pronto a far fronte alle conseguenze. Percio, ` prima di imbarcarti in un “piano d’azione” per i tuoi miracoli, e` buona norma che ti prenda un po’ di tempo per meditare sulle situazioni materiali e sulle cose che desideri realmente. La Legge Universale e` lo spedizioniere in attesa delle tue ordinazioni chiare e concise. Il contante con cui pagherai e` la tua fede. Per creare una qualunque cosa con l’assoluta certezza di riuscirci, dovrai produrre nel tuo animo la sensazione che quella determinata cosa sia gia` successa, che la situazione che desideri sia gia` parte della tua vita. Cio` puo` riuscirti difficile, perche´ la mente, non sapendo assolutamente come funziona la Legge, lavorera` contro di te. Se affermi: “Io sono gia` ricco”, la tua mente ribattera:` “Non e` vero, non lo sei”. Ne derivera` un conflitto che confondera` la Legge Universale, che e` l`ı l`ı per consegnarti quello che desidera il tuo cuore. Questo scontro tra energie opposte e` la sfida che da sempre devono affrontare gli iniziati. E` la ricerca del Graal, e` la lotta contro il drago. Nessuno entra nel regno dei cieli che e` dentro di lui finche´ non ha domato il drago della negativita` — dell’abitudine a pensare in negativo — che ha ereditato dall’inconscio collettivo. In senso figurato, cio` significa che dovrai abbandonare la dimensione terrena, anche se continuerai piu` che mai a far parte della realta` fisica. E non e` un controsenso: le dimensioni dell’universo non si trovano in qualche luogo fuori di te, ma sono mondi interiori, viaggi all’interno di te stesso. Questi viaggi hanno una realta` interiore, e hanno, al contempo, una manifestazione esteriore nel mondo fisico, cosicche´ qualsiasi cosa tu riesca a immaginare, a concepire, diventa realmente una parte di te e del mondo. Il fatto che non l’abbia da subito a portata di mano non ha importanza. Qualsiasi cosa tu riesca a concepire o a immaginare e` gia` entrata in un graduale processo del divenire. Se vuoi diventare ricco e affermi di esserlo, devi cominciare a sentirti ricco, a pensare da ricco e ad avere un atteggiamento da ricco. Entra nei negozi eleganti, prendi un caffe` nel miglior locale della citta,` inizia ad agire e a sentirti come se fossi gia` in possesso dell’immenso patrimonio che la Legge Universale sta per recapitarti. In questo modo,starai creando la ricchezza dentro di te, nel tuo viaggio interiore. E ben presto questa realta` si manifestera` all’esterno, nel tuo viaggio esteriore e cioe` nel mondo fisico. Se riuscirai a mantenere questa sensazione di ricchezza, questo potere interiore, e a vivere come se tutto quello che desideri ti fosse gia` pienamente garantito dalla Legge Universale, tutto quello che vorrai ti sara` consegnato a domicilio, sta’ pur sicuro.

Ma non ci dovrai credere soltanto a meta,` altrimenti non farai che dissipare il tuo potere personale, e non succedera` niente. Dovrai incamminarti lungo questa via con un animo da guerriero. Stai andando a raggiungere il tuo scopo. Non importa quello che stai facendo, dove sei e quali ostacoli stai affrontando: comunque sia raggiungerai il tuo obiettivo. Alla Legge Universale non importa affatto che tu abbia ottenuto o meno cio` che ti sta a cuore. Percio, ` tanto vale che tu decida di ottenerlo. Puoi avere tutto quello che vuoi: una volta che lo hai creato, diventa tuo. Spesso pensiamo di non meritare il successo, o la ricchezza, o la buona salute, o qualsiasi altra cosa che potremmo desiderare. Fin da piccoli ci insegnano che non meritiamo niente, o che siamo in debito con la societa,` o con il mondo fisico, o che abbiamo commesso qualche peccato particolare che dobbiamo assolutamente espiare prima di poter avere quello che vogliamo dalla vita. Ma non e` vero. Non e` cos`ı che funziona. La Legge non discrimina. Riceve la tua energia e consegna a domicilio diamanti o semplici sassi, a seconda di cio` che tu le chiedi. E` molto importante far caso aisentimenti negativi che puoi intuire nei confronti di te stesso. E` facile dire: “Oh, io non vinco mai niente” oppure: “Sono troppo vecchio, nessuno mi assumera` piu”` o ancora: “Non potro` mai stare con quella persona, non sono abbastanza bello”. Questo modo di pensare e` quello caratteristico della nostra mente e dei suoi logici consigli. I miracoli non sono affatto logici, quindi l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno e` di un logico consiglio da parte della mente. Quando ti arriva un consiglio del genere, renditi conto che proviene dalla mente, ringraziala, ma dille: Non accettero` nessuna energia che sia contraria al potere illimitato che c’e` in me. Dopodiche´ chiudi la questione e vai avanti. Il potere infinito e` talmente magnanimo, talmente immenso e tanto piu` grande della nostra mente, che esso puo` esistere soltanto in una dimensione a se´ stante, ed e` per questo motivo che la mente ha difficolta` a percepirlo. Quello che potrai coglierne e` un’intuizione, un sentimento, un moto di entusiasmo: nulla piu. ` Non puoi toccarlo, sentirlo, assaggiarlo; ti arriva attorno alla mente come una brezza, e quando comincera` ad agire nella tua vita, lo saprai dalla qualita` delle persone che incontrerai e degli avvenimenti che ti succederanno. ❧ ❧ ❧ P rima di passare al capitolo successivo, al “piano d’azione” per i miracoli, ripassiamo insieme alcuni punti importanti: – 11 – - La Legge Universale e` illimitata. Questa Forza, la sua forza, e` dentro di te. Quindi anche cio` che tu sei e` illimitato. - La Legge Universale e` imparziale e priva di emozioni. Non puo` discriminare. E` disposta a darti tutto quello in cui credi. - Tu non sei il tuo corpo, non sei le tue emozioni, non sei la tua mente. Sei una parte della Forza e sei qui per imparare. In qualsiasi situazione ti trovi, puoi appellarti alla Legge Universale, perche´ questa Leggei e` il tuo vero Io. - Qualsiasi cosa tu crei per te stesso quando impari a comprendere gli aspetti mistici e metafisici della Legge Universale e` tua perche´ tu l’hai creata e dunque te la meriti. - I miracoli non sono un dono di Dio, sono una parte di cio` che tu sei, che e` Dio. - La legge Universale e` per sua natura in perfetto equilibrio e in armonia. In conseguenza di tutto cio` risulta che il tuo “piano d’azione” non potra` mai interferire con la vita degli altri. Qualunque cosa tu potrai creare, potrai crearla soltanto per te stesso. Non puoi usare la Legge Universale per conto di un altro: “Voglio che questo accada a un mio amico”. Questa sarebbe un’interferenza nella sua vita, perche´ tu non conosci la natura del piano di vita del tuo amico e, dunque, non hai nessun diritto di cambiare o alterare cio` che lui sta vivendo in questo momento. Lui deve fare la sua esperienza, e anche lui dispone di un potere illimitato: rendersene conto fa parte del suo percorso di crescita. ❧ ❧ ❧ N ella Legge Universale non c’e` energia dualistica, non c’e` bene e male, santi o peccatori. C’e` una sola energia: un potere che pervade tutte le cose, e ogni cosa e` parte di quel potere. La differenza tra bene e male e` solo nel nostro modo di percepirli, perche´ dove c’e` vera energia non c’e` giudizio. C’e` soltanto energia piu` alta e energia meno alta e, alla fine della tua vita, avrai modo di riesaminare quello che avrai ottenuto. Quello che avrai ottenuto dipendera` da quanto sarai riuscito a “centrare” la tua vita nella disciplina della percezione della Legge Universale e del suo uso. Ma quel tuo ripassare non sara` emozionale. Vedrai semplicemente la qualita` (o la velocita,` se preferisci) dell’energia che avrai creato. Se avrai fatto del male – 12 – a qualcuno, avrai ostacolato la tua evoluzione, rallentando la velocita` della forza vitale che c’era dentro di te. E un giorno capirai che quella non era la strada migliore; che non era la strada piu` alta che tu potessi percorrere. Ma non puoi giudicare gli altri, perche´ l’energia che la tua mente e` in grado di percepire non include la natura dello scopo della vita di altre persone e, dunque, non hai modo di sapere se quello che essi stanno vivendo sia o non sia quello di cui hanno karmicamente bisogno per la loro crescita, in questo punto della loro evoluzione. Non ci sono ne´ incidenti ne´ vittime. Ognuno di noi e` responsabile della propria evoluzione. Ciascuno attira a se´ le circostanze che sperimenta durante la vita. Ognuno fa la sua ordinazione e ottiene cio` che ha ordinato. E` parte del suo percorso di apprendimento, che e` fatto anche e soprattutto di prove ed errori. La vita che vivi e il tempo che hai da vivere ti appartengono. Potrai avere delle relazioni e amare altre persone, ma quello che fai della tua vita, e come la vivi, e` sempre e soltanto la tua evoluzione. Noi tutti impariamo a prenderci la responsabilita` di quello che ci accade, ma non tocca a noi la responsabilita` dell’evoluzione degli altri. Puo` sembrare duro ma, in realta,` nella Legge c’e` un’incredibile chiarezza e giustizia. Ecco perche´ le avversita` sono cos`ı utili. Mettono le persone in condizione di cercare qualcos’altro oltre la realta` di tutti i giorni e le mettono in contatto con il loro vero Io. Nella disperazione, le persone cominciano a tirar fuori il loro potere illimitato e si accorgono che tutto puo` essere cambiato, che la sofferenza e` un prodotto del loro Se´ interiore, e che essi possono cambiare le cose solo se prendono in considerazione, appunto, il loro Se´ Superiore. E` stato detto che non ci sono malattie incurabili, solo persone incurabili; cio` vale anche per quel che riguarda tutta l’energia che vi e` nella Legge Universale. Cercare di spiegare in termini esclusivamente fisici o mentali le circostanze della nostra vita, non porta a nulla, a lungo andare, perche´ le incoerenze profonde continueranno a venire a galla nella tua vita in varie maniere. Superare qualcosa una volta per tutte significa cercare dentro di se´ e scoprire le vere cause di cio` che non va. Questo processo di scoperta ti consentira` di avere una maggiore energia, che potrai usare per creare le cose che vuoi nella tua vita.

Stuart Wild
La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it