mercoledì 3 agosto 2016

LA TECNICA DELL'AMALGAMA

L'amalgama della realta - Con l'aiuto della tecnica delle diapositive, descritta nel primo libro del Transurfing, ci si puo quindi formare un'immagine che lo specchio del mondo finira per tradurre in realta. Oltre all'immagine, pero, sarebbe bene mantenere nello strato del proprio mondo un certo sfondo invariabile, finalizzato a creare un'atmosfera favorevole costante.
Avrete probabilmente avuto modo di osservare che le immagini variano a seconda dello specchio. Quando ci si guarda allo specchio, il volto, ovviamente, e lo stesso, tuttavia, a seconda degli specchi, vengono messi in evidenza alcuni singoli dettagli, vengono sottolinetae sfumature leggere, ma perfettamente distinguibili: il colorito emotivo, l'umore e persino la tipologia psicologica. A seconda dello specchio il riflesso potra apparire con un piglio buono o cattivo, con un aspetto sano o malato, attraente o meno, caldo o freddo.

Ci si puo chiedere a cosa e dovuto questo spettro di sfumature, considerando che la superficie riflettente deve riflettere impassibilmente? la copia precisa di una stessa immagine. In verita c'e un'intera serie di fattori che possono influire sulla trasmissione dell'immagine. Come per le fotografie, anche qui molto puo dipendere dall'illuminazione. dal colore dello sfondo ma anche della caratteristiche intrinseche dello specchio.

Gia nel Medioevo era stato notato il fascino particolare degli specchi veneziani.Il vetro veneziano era famoso in tutto il mondo per la sua unicita. In realta, pero,questa peculiarita distintiva non dipendeva dal vetro. Si era notato che, specchiarsi in uno specchio veneziano era piu piacevole che in uno specchio ordinario, il volto acquisiva un'evidente bellezza. I mastri vetrai veneziani serbavano infatti un segreto: nell'amalgama, cioe nella composizione della superficie riflettente, aggiungevano dell'oro, ragion per cui nello spettro del riflesso cominciavano a prevalere le sfumature calde. Allo stesso modo ci si puo ottimizzare apposta per se un pezzetto dello specchio duale. Al fine di organizzare confortevolmente lo strato del proprio mondo, occorre formarsi un proprio amalgama. Lo strato del mondo si compone di una moltitudine di reazioni, dal rapporto della persona con se stessa ai suoi rapporti con l'una o l'altra manifestazione della realta circostante.

Da questo spettro di rapporti bisognera' estrapolare una linea principale, che costituira' lo sfondo prevalente. In qualita di direttiva dominante si potra ad esempio scegliere la formula : "Il mio mondo si occupa di me". L'uomo tende ad esprimere volentieri il proprio rapporto verso il mondo in forma di insoddisfazione, quando ce n'e il motivo, mentre tende ad accettare tutto il positivo con indifferenza, come se fosse dovuto. Si tratta di una reazione dovuta alla forza dell'abitudine, inconscia, come la reazione di un'ostrica. Ebbene, dunque, ora provate a salire di un gradino rispetto alla posizione dell'ostrica, risvegliatevi, riscuotetevi e provate a sfruttare il privilegio che abbiamo noi umani di esprimere il nostro rapporto verso la realta in modo consapevole.(...) A nessuno viene in mente che, se si prende il rapporto con il mondo sotto il proprio controllo consapevole, lo strato del mondo si puo rinnovare. Il mondo circostante si presentera a seconda di come riuscirete a gestire la vostra visione del mondo. Non si tratta di un vuoto invito a guardare la vita con ottimismo, ma di un invito a intraprendere un lavoro concreto, finalizzato alla formazione della propria realta'.
A partire da questo momento, qualunque cosa succeda, imponetevi la regola di tenere sotto controllo il vostro rapporto verso il mondo. Non importa, se ora come ora non state bene come vorreste. Comunque sia le cose non vanno poi cosi male e indubbiamente potrebbero andar peggio. (...) All'inizio vi dovrete armare di pazienza e autocontrollo, dovete capire che state svolgendo un lavoro concreto finalizzato alla formazione della vostra realta. Il lavoro consiste precisamente in questo:

ogni volta che vi scontrare con qualche spiacevole circostanza, di qualunque entita essa sia, anche la piu irrisoria, affermate per voi stessi la formula dell'amalgama, sempre, qualsiasi cosa, bella o brutta, succeda. Se vi arride il successo, non dimenticatevi di confermare a voi stessi che il mondo si occupa veramente di voi. Constatate quest'affermazione in ogni piccolezza. Quando invece vi scontrate con una circostanza fastidiosa, affermate comunque che va tutto come deve, in base al principio della coordinazione dell'intenzione.

(...) In questa semplicissima tecnica e racchiusa una forza potente, che non sospettate nemmeno.Gestendo il proprio rapporto con il mondo, gestite la realta. Lo specchio duale portera ad incarnarsi quei settori dello spazio delle varianti dove il mondo si occupa del vostro benessere e col tempo arriverete a formarvi una realta molto comoda.

Preparatevi dunque, vi aspetta una meravigliosa cascata di piacevoli sorprese. Lo dico senza la minima esagerazione. Lo strato del vostro mondo si trasformera letteralmente sotto i vostri occhi e farete appena in tempo a stupirvene. E gia adesso, in questo preciso momento, capite da soli che non guarderete piu lo specchio del mondo come facevate prima. Avete appena percepito che si e alzato il vento dei cambiamenti. Si, voi e il vostro mondo siete di nuovo insieme. Il mondo si preoccupera di voi, tenetelo ben presente.


Nessun commento:

Posta un commento