martedì 9 agosto 2016

IL PRINCIPIO DELLA COORDINAZIONE


Sempre allo scopo di raggiungere i propri fini esiste l’importantissimo “Principio della Coordinazione”.

Per procedere attraverso il proprio esatto sentiero di vita non aiuta né l’eccessiva sicurezza di sé, né tanto meno l’insicurezza, è necessario trovare un giusto equilibrio innanzitutto rinunciando a dimostrare il proprio valore e non attribuendo a nulla un significato eccessivo (“Coordinazione dell’Importanza”). L’autentica e pacata sicurezza di sé (la “coordinazione”) nasce da un senso di autosufficienza interiore che non chiede alcuna approvazione dall’esterno,semplicemente voi sapete di ottenere tutto ciò che volete avendo studiato ed integrato i principi del Transurfing. Conoscendo tali principi siete anche in grado adesso di fare una scelta ben precisa: prendere l’abitudine, apparentemente “stupida”, di rallegrarvi degli insuccessi! Percepite, a priori, ogni cosa come positiva! (“Coordinazione dell’Intenzione”). Ogni linea della vita si sdoppia in un risultato positivo e uno negativo, lamentarci ci colloca nella diramazione negativa e rallegrarci in quella positiva. Dice Zeland: “Ogni volta che ti trovi di fronte a un determinato evento, scegli anche il modo di occupartene. Se lo tratti come un evento positivo, vai al ramo favorevole della linea della vita. Ma la tendenza a pensare negativo ti fa lamentare e scegliere il ramo sfavorevole. Nel momento in cui sei seccato e irritato, otterrai un nuovo problema. Il principio della coordinazione dell’intenzione consiste in quanto segue: se si ha intenzione di considerare positivo un evento apparentemente negativo, sarà così. Ricordati: non importa quanto possa essere difficile proprio adesso, il futuro ha una piacevole sorpresa in serbo per te, a condizione che tu continui a mantenere la coordinazione dell’intenzione.” Coordinare l’intenzione si attua lasciando andare il controllo sugli eventi ma scegliendo come rapportarsi ad essi; è il modo più efficace per spostarsi nello spazio delle varianti!

VZ



La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento