sabato 27 agosto 2016

IO CREO IL MIO GIORNO


“ Mi sveglio la mattina e creo coscientemente la mia giornata come desidero che accada. Siccome spesso la mia mente esamina tutto ciò che deve essere fatto, occorre un po di tempo per calmarsi e per raggiungere quello stadio dove desidero creare intenzionalmente la mia giornata. Ma ecco il punto”

“ Quando creo la mia giornata, accadono, come se venissero dal nulla, piccole cose che sono inspiegabili, e so che sono il processo o il risultato della mia creazione. E più faccio questo, più costruisco una rete neuronale, nel mio cervello, che mi fa accettare la possibilità di queste cose. Mi da il potere e l’incentivo a farlo anche il giorno dopo.”

" Quindi, se siamo coscienti di progettare il nostro destino, se siamo coscienti, da un punto di vista spirituale, di includere l’idea che i nostri pensieri influenzano la nostra realtà o la nostra vita, poiché la realtà equivale alla vita, allora faccio questo piccolo accordo quando creo la mia giornata

“ Mi dico, sto impiegando questo tempo per creare la mia giornata, e sto influenzando il campo quantistico. Ora, se è così, l’ osservatore ( è quella parte di noi che si trova nel regno non - locale che ci lascia il nostro libero arbitrio, e che ci fa compagnia tutta la vita e oltre,.....Nota del traduttore, Gaetano Conforto) mi osserva per tutto il tempo in cui sto facendo questo, quindi c’è un aspetto spirituale di me stesso. Allora, ( gli dico ) mostrami un segno oggi, che tu possa avere attenzione a qualsiasi di queste cose che ho creato, e gestiscile in un modo che io non mi aspetterei “.
“ Così facendo mi sento tanto sorpreso quanto la mia capacità a fare esperienza di queste cose, e farle in modo tale che io non abbia dubbi che esse vengano da te ( dall' osservatore ) . In questo modo conduco la mia vita, in un senso, per tutto il giorno, pensando di essere un genio, o pensando di essere la gloria e il potere di Dio, o pensando di essere Amore Incondizionato.”

“ Mi abituerò a vivere, per esempio, come un genio. E nel fare ciò, farò pensieri molto sorprendenti che provocheranno brividi nel mio corpo fisico, che provengono dal nulla. Ma dopo ricordo che quel pensiero ha una energia a cui è associato, che ha prodotto un effetto sul mio corpo fisico”.

“ Ora questa è una esperienza soggettiva, ma la verità è che io non credo che un pensiero venga soltanto perché stavo creando la mia giornata per avere pensieri illimitati.”


Joe Dispenza




La via del Transurfer - https://faregruppo.blogspot.it

Nessun commento:

Posta un commento